Laveno

Torna il battello per l’Eremo Santa Caterina

Da sinistra, il sindaco Giacon e l'assessore Brianza

Sia pure con un mese di ritardo rispetto all’anno scorso, torna il collegamento in battello con Santa Caterina del Sasso, un’opportunità offerta dalla Provincia con viaggi ogni sabato e domenica a partire dall’imbarcadero di Laveno. Un collegamento che, per qualche mese, è rimasto in forse, ma che oggi è stato confermato a Villa Recalcati. Dal 14 luglio al 16 settembre, Ferragosto compreso, è possibile raggiungere l’Eremo in comodi battelli garantiti dalla società Navigazione Lago Maggiore e finanziati da Villa Recalcati con 20 mila euro.

“Un servizio importante che ha fatto registrare, lo scorso anno, un notevole successo tra i turisti”, ribadisce il bravo assessore alla Cultura, Francesca Brianza, che ricorda come il battello, l0 scorso anno, sia stato scelto da 1705 utenti, con 755 che hanno utilizzato lo sconto derivante dal biglietto Trenord. “Ancxhe quest’anno sarà possibile salire sul battello con una riduzione del costo della corsa se si presenterà il biglietto del treno Trenord fino a Laveno – sottolinea la Brianza -. In questo caso il biglietto del battello sarà di euro 3,50 invece che 7 euro”.

Ma per arrivare all’Eremo partendo da Laveno si potrà anche utilizzare il pullman delle Autolinee Varesine, anche in questo caso il sabato e la domenica fino al 16 settembre, anche durante il Ferragosto lavenese (15 e 16 agosto). Se si presenterà il biglietto di Trenord il pullman sarà gratuito e comprenderà anche la fermata intermedia di  Cerro Maggiore, dove è possibile visitare il palazzo Perabò con l’interessante Museo Internazionale Design Ceramico.

Come dice il sindaco di Laveno, Graziella Giacon, che è anche presidente del Consorzio dei Laghi, “ripetiamo l’esperienza per l’esito positivo che ha avuto”. Un problema, quello dei collegamenti via acqua, “avvertito da tutti i Comuni rivieraschi, soprattutto per quanto riguarda le isole”. Un servizio che, secondo la Giacon, potrebbe essere di aiuto in un momento difficile come questo. “Sono in corso iniziative in tutti i Comuni che invieranno mozioni in Regione per aprire un dialogo con il governo, che ha tagliato fondi e reso la nostra vita più difficile”.

Anche il collegamento con l’Eremo di Leggiuno non ha avuto vita facile. Come racconta l’assessore Brianza, nell’ultimo incontro presieduto dal prefetto Giorgio Zanzi, e che si è svolto la scorsa settimana in Provincia con la partecipazione dell’assessore regionale Raffaele Cattaneo, si è riusciti a superare i problemi posti dalla società Navigazione Lago Maggiore. “Come Provincia abbiamo tentato di garantire il servizio da giugno, ma abbiamo dovuto affrontare una serie di problemi sindacali. Per una certa fase abbiamo pensato anche di rivolgerci ad un servizio di motoscafi privati”.

12 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi