Ferno

La Festa della Trebbiatura torna domenica a Ferno

Una trebbiatrice Orsi

Una trebbiatrice Orsi completa di imballatrice, azionata da un trattore Landini “a testa calda”, non potrà competere forse con la linea filante di una Ferrari, ma vi assicuriamo che conserva un fascino tutto particolare anche a distanza di cent’anni dalla sua costruzione.

Stiamo parlando del “pezzo forte” in mezzo a tanti altri utili all’agricoltura del primo Novecento e a momenti di vita quotidiana di appena due o tre generazioni fa, anche se sembrano sprofondati nel tempo: torna a Ferno la Festa della Trebbiatura organizzata dal Gruppo Folcloristico Frustatori con il patrocinio di Comune, Regione, Provincia oltre a Coldiretti e Unione Folclorica Italiana.

L’appuntamento di domenica 15 luglio in piazza Unità d’Italia si apre alle 10 con il mercatino Campagna Amica organizzato dalla Coldiretti Varese e con la mostra di attrezzature e macchine agricole d’epoca, immagini di tradizioni e costumi (dal pastore al magnano, dalla lavandaia allo spazzacamino) a cura del Gruppo Folcloristico Val Carvagna, fra Menaggio e Porlezza; alle 16 e 30 (e alle 22) dimostrazione di trebbiatura e macina del grano, dalle 20 e 30 ballo sull’aia con musica dal vivo; per tutta la giornata funzionerà un servizio di ristoro.

“Non un semplice ricordo del tempo che fu – tengono a precisare Gianni Chierichetti e Anna La Calandra, rispettivamente fondatore e presidente dei Frustatori di Ferno-, ma la valorizzazione di un passato fatto di tanta fatica, che è nostro dovere ricordare per sapere da dove veniamo”.

 

 

10 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi