Varese

L’Arma blocca movida casalinga di un giovanissimo

Intensificati i controlli dei Carabinieri del Comando Compagnia di Varese che nel fine settimana del 7 e 8 luglio hanno attuato un servizio straordinario di controllo del territorio, attraverso controlli mirati sia in città che negli altri centri abitati.

A Malnate i Carabinieri della stazione locale hanno rintracciato e tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Varese F. A. 48enne della provincia, che doveva espiare una pena di sei mesi di reclusione per il reato di “guida in stato di ebbrezza alcoolica” commesso nel corso del 2010. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione e sottoposto ai domiciliari.

Ancora a Malnate l’Arma, a seguito di accertamenti, ha deferito all’autorità giudiziaria per “ricettazione” un giovane di origini tunisine, poiché all’interno di un garage utilizzato dal giovane, nel corso di una perquisizione, i militari rinvenivano uno scooter, 14 biciclette di varie marche e modelli, capi vari di abbigliamento ed alcuni cellulari, dal valore stimato di circa 2000 euro, tutto sottoposto a sequestro in attesa della completa identificazione e dell’eventuale individuazione dei legittimi proprietari.

A Clivio i Carabinieri della Stazione di Viggiù hanno rintracciato e tratto in arresto, in esecuzione di un’ordinanza di sospensione dell’espiazione della pena alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali e con immediata incarcerazione, N. G. 28enne residente in provincia, che doveva espiare una pena detentiva di due anni per i reati di “rapina e ricettazione” commessi nel 2002. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Varese.

A  Varese, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia hanno deferito in stato di libertà per “evasione” un 25enne di origini dominicane poiché a seguito di mirati controlli i militari accertavano l’assenza del predetto dal luogo in cui era sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Ancora a Varese, gli stessi militari hanno deferito all’autorità giudiziaria per “disturbo del riposo delle persone” un giovanissimo varesino. Il ragazzo aveva organizzato presso la sua abitazione una festa, disturbando, a causa del volume della musica esageratamente alto, buona parte dei vicini di casa e rendendo necessario l’intervento dei Carabinieri che, nella circostanza, rinvenivano anche uno spinello confezionato artigianalmente con della marijuana e segnalavano il giovane alla locale Prefettura quale consumatore di stupefacenti.

Ancora a Varese i Carabinieri, a seguito di accertamenti, hanno deferito una persona per “maltrattamento di animali” avendo accertato, con ausilio di personale veterinario, evidenti maltrattamenti commessi dallo stesso nei confronti di un cane meticcio che è stato successivamente sequestrato ed affidato a personale specializzato.

 

 

9 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi