Varese

Commissione biblioteca, entra segretario leghista Pinti

Come si è visto nell’ultima tornata delle nomine nelle municipalizzate varesine, da Avt ad Aspem Reti, i partiti continuano a imporre propri esponenti al vertice delle società e delle realtà che dipendono dal Comune. Una vecchia logica sempre meno condivisa e comprensibile dai cittadini, ma che continua ad essere seguita nonostante non abbia più ragione di essere.

Dopo Avt e Aspem Reti, a Varese è il turno della cultura. Con un decreto del 4 luglio, il sindaco Fontana ha nominato il segretario cittadino del Carroccio, Marco Pinti, come membro della Commissione del Sistema Bibliotecario Urbano, un organismo che prevede che vi siano membri in rappresentanza di maggioranza e minoranze.

Pinti, tra l’altro, entra nella Commissione che si occupa della biblioteca e dei libri che vengono presentati in biblioteca, in sostituzione di Giovanni Bordonaro, già componente di altra commissione. Così a sedersi nella Commissione biblioteca, in rappresentanza della maggioranza, oltre a Pinti, sono Franco Prevosti e Marco Moranzoni, mentre in rappresentanza delle minoranze c’è lo storico Enzo La Forgia.

9 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi