Varese

Controlli nei locali di Varese, chiusi 6 esercizi dalla polizia

Da sinistra, prefetto e questore di Varese

Controlli a tappeto, il 3 e 5 luglio, nei locali pubblici della nostra provincia. Un’attività di controllo straordinario portata avanti dalle Forze dell’ordine, dalla Polizia locale, dalla Direzione provinciale del lavoro. Un’azione di contrasto e repressione presentata in Prefettura, ala presenza del Prefetto Giorgio Zanzi, del questore Danilo Gagliardi, del comandante provinciale della Guardia di Finanza Antonio Morelli, il vicecomandante dell’Arma Bartolomeo Catalano e Silvia Campi per la Direzione provinciale del lavoro.

“Un servizio di controllo straordinario che è stato reso possibile da una forte collaborazione tra le forze in campo – spiega il prefetto Giorgio Zanzi -. Sottolineo in particolare la fattiva collaborazione della Polizia locale di Varese”. Controlli che andranno avanti, secondo l’assessore alla Polizia locale del Comune di Varese, Carlo Piatti. “Controlli che ci hanno portato a risultati ottimi”.

L’operazione è stata riassunta nelle sue dimensioni e nei suoi risultati dal questore di Varese, Danilo Gagliardi. “E’ stata un’operazione a tenaglia, alla quale hanno partecipato i più esperti di tutte le forze. Tra i risultati principali, la chiusura di sei esercizi per la presenza di lavoratori in ner0″.

Tre giorni consecutivi di controlli, il 3 e il 5 luglio in locali pubblici, mentre il 4 luglio sono stati controllati esercizi dove si svolgeva il gioco d’azzardo, dove c’erano macchinette. Coinvolto nei controlli anche personale dell’Ufficio immigrazione per verificare la presenza di irregolari e clandestini. Controlli che, come ha rimarcato il questore, sono avvenuti nella cornice dei Patti per la sicurezza e che sono partiti da input giunti dal Prefetto di Varese e dal sindaco di Varese Fontana.

Per quanto riguarda il 3 luglio, a Varese chiusura di un centro massaggi cinese e irregolarità riscontrate in un centro ricostruzione unghie cinese, mentre a Busto Arsizio sono stati controllati cinque esercizi pubblici, controlli che hanno portato a veruficare una serie di irregolarità e, in un caso, detenzione di sostanze stupefacenti. Infine a Gallarate controllati 10 esercizi pubblici, di cui 5 con esito positivo. Chiusi un bar e un bar-kebab. Il 5 luglio, a Varese, sono stati controllati tre esercizi pubblici, tra cui un ristorante orientale che veniva chiuso. A Gallarate sanzioni amministrative a due centri massaggi e ad un bar. A Busto Arsizio chiuso un esercizio.

Complessivamente, sono risultati oggetto di provvedimenti 21 esercizi, 31 le sanzioni amministrative  per 80 mila euro e 6 sospensioni. deferite all’autorità giudiziaria  4 persone e una segnalata alla Prefettura. Per quanto riguarda l’Arma dei Carabinieri, essa ha contestato 31 infrazioni, ha sequestrato 2 veicoli, tre le infrazioni per guida sotto l’influenza di alcool, cinque le patenti ritirate. Sono stati controllati dall’Arma 72 esercizi pubblici, con 4 sanzioni amministrative elevate per 4 mila euro.

7 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi