Regione

Cattaneo manda sms a Passera contro tagli tpl

“I tagli del governo riguardano evidentemente il trasporto pubblico su ferro, per la Lombardia si tratta di 100 milioni, un taglio del 40% quest’anno; il prossimo anno fino all’80%: vi sembra possibile che tagli di queste dimensioni riguardino gli sprechi? E’ la mutilazione della carne viva del servizio di dimensioni drammatiche”. Così l’assessore regionale ai trasporti Raffaele Cattaneo ha commentato i provvedimenti del governo sui tagli durante un incontro a Palazzo Lombardia.

“Per il 2012 si parla di 700 milioni di taglio su 1748 milioni, per tutte le Regioni, l’anno prossimo il taglio diventa 1 miliardo su 1 miliardo e 200
milioni – ha spiegato -; noi siamo gli unici ad aver aumentato i servizi aggiungendo 623 corse negli ultimi 3 anni che valgono circa 60 milioni.
Quindi con 100milioni di taglio nel 2012 dovremmo tagliare anche dell’altro. Tutti i servizi negli orari estremi, ad esempio, che valgono 55 milioni di euro”.

“Questi non sono sprechi ma servizi. Si potrebbero tagliare le corse con meno di 50 passeggeri ma valgono 10 milioni di euro – ha spiegato – c’e’
ben poca spending review, c’e’ molte review di una politica approssimativa e un po’ superficiale”. Cattaneo ha anche raccontato di aver inviato un sms al ministro Corrado Passera “che aveva affermato che i tagli non riguardavano il Tpl”, per chiedegli di specificare nel decreto che i tagli non includono il Tpl, “ma noi temiamo che così non sia, noi tutti delle varie regioni di colori anche diversi”.

Citando anche il decreto riguardante i contratti di servizio, Cattaneo ha spiegato che “questi tagli potrebbero far fallire anche Trenitalia rendendo nulli i contratti di servizio”.

6 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi