Regione

Spending review, Cattaneo lancia l’allarme tpl

L'assessore regionale Raffaele Cattaneo

Lo stato dell’arte delle grandi opere infrastrutturali, le novità nel settore del trasporto pubblico e le linee guida su cui sarà impegnata Regione Lombardia nei prossimi anni. Sono questi i temi affrontati oggi dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo nel corso di un incontro con la stampa, nel quale è stato tracciato il bilancio annuale dell’attività istituzionale dell’Assessorato.

“Intendiamo proseguire sulla strada del potenziamento infrastrutturale – ha detto Cattaneo – e portare a termine i tanti progetti avviati, rispettando le scadenze previste, puntando sempre più sulla mobilità a impatto zero e sul potenziamento del trasporto pubblico locale, con particolare attenzione al servizio ferroviario regionale”. Un’attenzione e un impegno che i tagli annunciati dal Governo potrebbero mettere a rischio.

“Con la spending review – ha sottolineato Cattaneo – il Governo prevede per la Lombardia un taglio tra i 100 e i 120 milioni per il 2012 e tra i 150 e i 170 milioni per il 2013 destinato a scaricarsi prevalentemente sui fondi del trasporto pubblico locale. Cifre importanti che avrebbero
inevitabilmente ricadute su una situazione virtuosa: negli ultimi tre anni abbiamo introdotto 623 nuove corse sul servizio ferroviario regionale, 137 solo nell’ultimo anno. Siamo l’unica Regione ad avere incrementato i servizi. In Piemonte, solo per fare un raffronto con una realtà vicina a noi, sono state chiuse in questi giorni 11 linee ferroviarie, che rappresentano il 24% della rete Rfi in quella regione e sono state tagliate 123
corse. Soprattutto colpisce che, a fronte dei tagli previsti a livello nazionale che graveranno in maniera indiscriminata su tutte le Regioni, compresa dunque la Lombardia, scopriamo che vengono attivati finanziamenti ad hoc per il risanamento delle aziende ferroviarie di Calabria, Campania e Puglia per un totale di 240 milioni”.

Entro la fine del 2013 Brebemi, il primo lotto di Pedemontana e l’arco Tem (la parte di tangenziale che intercetterà la Brebemi) saranno realtà. Entro marzo 2013 sarà inoltre pronta la Monza-Cinisello e, per la fine del 2012, si concluderanno i lavori del primo lotto della Tangenziale di
Morbegno (So). “Da dopo l’estate termineranno anche tante opere su ferro mentre di altre verranno avviati i cantieri – ha spiegato l’assessore – Entro dicembre sarà avviato l’esercizio della Saronno-Seregno e saranno aperti i cantieri della linea ferroviaria Rho-Gallarate, che si concluderanno a inizio 2015″.

4 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi