Gavirate

Lago di Varese, una crociera riscopre la sua bellezza

Il momento del taglio del nastro al Lido di Gavirate

Buona la prima, si potrebbe dire. Questa mattina è stata effettuata la prima crociera sul Lago di Varese, una delle proposte dell’estate delal nostra provincia. Sulla motonave viscontea, silenziosa, elettrica, ambientalista, è stato effettuato un viaggio inaugurale con partenza dal Lido di Gavirate, passaggio vicino all’Isolino Virginia e arrivo (con presentazione dell’iniziativa) a Villa Baroni dopo l’attracco al porticciuolo di Bodio Lomnago. Un viaggio breve, quello organizzato dall’Agenzia del Turismo provinciale, destinato ad autorità e giornalisti, mentre quello che parte da domani 30 giugno e terminerà a fine settembre è assai più lungo: durata due ore e 30, con partenza dal Lido di Gavirate, e attracchi all’Isolino Virginia, Bodio, Schiranna, Isolino Virginia e ritorno a Gavirate. I viaggi vengono effettuati solo il sabato e la domenica, con un biglietto di 12 euro (10 i ridotti).

A Gavirate questa mattina erano presenti le autorità. Parole, flash di fotografi, domande dei giornalisti. E poi partenza. Come ricorda Paola Della Chiesa, direttore dell’Agenzia del Turismo, “la prima esperienza, dei primi del Novecento, finì quasi subito. Ma la differenza con questa nuova iniziativa, è che allora serviva solo al trasporto, mentre questa volta noi puntiamo ad agganciare turisti, con una proposta originale, ecologica, low cost”.  Accanto alla Della Chiesa, alcune autorità: il sindaco di Gavirate Paronelli, il presidente Dario Galli e il vicepresidente Luca Marsico, il sindaco di Varese Attilio Fontana, l’assessore regionale Raffaele Cattaneo, l’assessore provinciale Francesca Brianza.

Il battello da 24 posti, che va ad una velocità di 4 nodi, è silenziosissimo e non fa la scia. Passa indisturbato accanto a chi si sta allenando in questo Lago di Varese, che a settembre ospiterà i Campionati europei di canottaggio. Nel silenzio si possono godere le bellezze del nostro lago, con una modalità che evoca i viaggi sull’acqua dei nostri nonni, mentre il sole fa nascondino con le nuvole. Un agguerrito barchino di fotografi segue il battello e scatta immagini di questa che, come dice l’assessore Cattaneo, “è una giornata storica”.

Arrivo a Bodio Lomnago e conferenza stampa. Un momento di presentazione di questa iniziativa che vede insieme Regione, Provincia, Comune, Consorzio Navigare l’Adda, l’Agenzia del Turismo. Non mancano domande sulla non balneabilità del Lago di Varese, che, come spiegano Marsico e Galli, è legata non a ragioni microbiologiche, ma alla presenza delle alghe. Resta il fatto che questa crociera ci fa riscoprire angoli del Lago di Varese sconosciuti o dimenticati. Senza fretta e con il gusto di godersi uno specchio d’acqua poco famoso, ma in compenso bellissimo.

- FOTOGALLERY

29 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Lago di Varese, una crociera riscopre la sua bellezza

  1. marco viganò il 30 giugno 2012, ore 08:05

    Ottima cosa!
    Me ne parlava due anni fa Nino Longo, il “Guardiano” dell’Isolino Virginia. Non capisco di chi é il battello elettrico: della provincia, di un consorzio, del Longo?
    Francamente, la foto nell’articolo mi pone un problema personale. Come fa l’Assessore Cattaneo a figurare in un’iniziativa che ha un acarattere culturale, ecologico, che sa di acqura, aria e ambiente mentre solo sostiene attivamente la cava dei Nidoli all’inizio del parco Val Bevera, sopra i pozzi della nostra acqua?

  2. andrea il 1 luglio 2012, ore 10:02

    Alla Sig.ra Della Chiesa bisognerebbe far presente che 12 euro a persona non è una cifra esattamente low cost… per una famiglia di 3 persone fanno 36 euro, direi una bella somma soprattutto in questo periodo. Due ore e mezza di navigazione poi mi sembrano un tempo eccessivamente lungo, anche per il nostro bel lago! Mah, credo si tratti della solita “buttata” pubblicitaria che non porterà a nulla purtroppo.

Rispondi