Varese

Città Futura fotografa l’economia “made in Varese”

Da sinistra, Giorgio Fortis e Luca Conte

Continuano le proposte di Città Futura di Varese, la fondazione che gestisce il patrimonio ex Ds e si impegna in iniziative culturali. Oltre a gestire un patrimonio composto da 11 immobili che, in provincia di Varese, vengono utilizzati dal Pd, la fondazione è da tempo impegnata in iniziative che vanno dall’organizzazione di incontri e seminari fino al finanziamento di attività di ricerca.

Venerdì 29 giugno, la Fondazione Città Futura, in collaborazione con il Dipartimento di Economia dell’Università dell’Insubria, organizza presso il Salone Estense di Varese, alle ore 18, la presentazione del volume “Crisi economica ed economia varesina” di Andrea Kalajzic, borsista di ricerca all’Insubria, un’opera pubblicata dall’Insubria University Press, finanziata con una borsa di studio della fondazione di cinquemila euro. All’incontro interverranno Luca Conte, coordinatore del Comitato scientifico della fondazione, il professor Matteo Rocca, preside della Facoltà di Economia all’Insubria, l’autore del volume, Andrea Luraschi, assegnista di ricerca, Cesare Benzi, consulente presso il Cdrl e il professor Marco Causi, economista, deputato Pd, vicepresidente della Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale.

Il volume è uno dei frutti dell’attività culturale di Città Futura. Come spiega Giorgio Fortis, presidente della fondazione, “la nostra attività culturale punta a contribuire alla crescita del Pd e, più in generale, dei partiti della sinistra”. Interviene Luca Conte, coordinatore del Comitato scientifico della fondazione, oltre che vice-capogruppo del Pd in Comune: “le nostre borse di studio sono rivolte a laureati e ricercatori. Siamo giunti al secondo anno, e la seconda borsa di studio è stata assegnata ancora al ricercatore Andrea Kalajzic, che si è occupato del credito in provincia di Varese”. Come sottolinea Conte, dopo il volume dedicato all’economia varesina, realizzato con la  borsa di studio del 2010, con la borsa di studio di quest’anno la fondazione inizia ad approfondire aspetti più specifici dell’economia locale.

 

 

27 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi