Regione

Treni, Cattaneo elogia alta velocità “made in London”

Si è conclusa la missione istituzionale dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, a Parigi e Londra. Nella capitale britannica Cattaneo ha approfondito i temi del trasporto su ferro e dell’alta velocità.

La prima tappa è stata l’incontro con Peter Hendy, commissioner di Tfl (Transport for London), l’agenzia per la programmazione e la gestione del sistema di trasporto pubblico. “Abbiamo iniziato un confronto – ha detto Cattaneo – fra questa agenzia, che rappresenta un modello soprattutto per quanto riguarda l’integrazione modale e tariffaria, e quella che abbiamo in mente per la Lombardia”. Con Peter Handy l’assessore Cattaneo ha approfondito anche il tema della bigliettazione e dell’informazione integrata, necessari per una migliore gestione del trasporto pubblico locale.

Cattaneo ha poi incontrato anche Charles Horton, ad di Southeastern Railways, la società che gestisce il servizio ferroviario nel Kent e nell’East Sussex e la linea regionale ad alta velocità, che collega Ashford con St. Pancras International. Un incontro fortemente voluto, perché il ‘Lombardia Express’ che, dal prossimo 17 settembre, collegherà Varese e Bergamo a Milano con treni veloci, nasce proprio dal modello inglese. “Con l’attivazione del servizio ad alta velocità – ha spiegato Cattaneo – la Southeastern ha riscontrato lo spostamento del 75 per cento dei passeggeri verso questo nuovo servizio rispetto a quello tradizionale, puntando su qualità e velocità”.

Il 27 luglio a Londra si inaugureranno i Giochi olimpici: un appuntamento importante per verificare l’impatto, sul trasporto pubblico locale, dell’arrivo di un numero consistente di persone. Proprio per comprendere come la società si prepara ad affrontare questi arrivi, la delegazione lombarda ha incontrato Hugh Sumner, direttore dei trasporti di Oda, l’Olympic delivery authority, la società responsabile della costruzione del Parco olimpico, con il quale ci si è dati nuovo appuntamento a manifestazione finita.

22 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi