Scuola

Maturità web, podio per “I giovani e la crisi” e Nizan

Grande successo per il saggio breve dell’ambito socio-economico il primo giorno degli esami di maturità, quello riservato alla prova di italiano. Secondo un campione significativo, la traccia “I giovani e la crisi” è stata scelta dal 41,2% degli studenti.

Un titolo subito seguito dal tema di ordine generale, che proponeva agli stiudenti una storica frase di Paul Nizan, un testo idolatrato da filosofi come Sartre: “Avevo vent’anni. Non permetterò a nessuno di dire che questa è la più bella età della vita”. Una traccia svolta dal 21,9% dei candidati. Arriva poi il tema tecnico-scientifico “La responsabilità della scienza e della tecnologia”, scelto dal 14,5% degli studenti.

Molto distaccate le altre tracce. A partire dal testo del poeta Eugenio Montale con il brano “Ammazzare il tempo”, che è stato scelto dal 9,0%, mentre il tema storico sullo sterminio degli ebrei, introdotto da un pensiero di Hannah Arendt, è stato svolto dal 4,7%. Al sesto posto viene il tema artistico-letterario dedicato a “Il labirinto”, che è stato scelto dal 4,6% e infine il tema di ambito storico-politico “Bene individuale e bene comune” svolto dal 4,1% degli studenti.

Le tracce della prima prova della Maturità 2012 sono piaciute a quasi il 70% dei maturandi e il tema più gettonato per il 54% di loro è stato quello relativo all’ ambito socio-economico “La crisi e i giovani”, con dati del Censis e un brano su Steve Jobs. E’ quanto risulta da due sondaggi lanciati da Studenti.it in collaborazione con Swg.

20 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi