Varese

“Contro-manovra” di Nicoletti, che alza il tiro sugli sprechi

Si avvicina, ai primi giorni della prossima settimana, la discussione in Consiglio comunale del Bilancio previsionale. E le opposizioni affilano le armi, presentando gli emendamenti che saranno illustrati in aula. Sabato prossimo sarà il turno del Partito democratico, mentre questa mattina è stata la volta di Alessio Nicoletti, leader e consigliere comunale di Movimento Libero. Sono stati presentati un ordine del giorno e 18 emendamenti che, come ha sottolineato Nicoletti, ”sono frutto del lavoro dell’intera giunta alternativa di ML, qui rappresentata da Laura Di Filippo, assessore al bilancio, e Marco Gasparini, assessore a giovani e sport”.

Duro il giudizio di Nicoletti sul bilancio targato Pdl-Lega. “La nostra è una vera e propria contro-manovra. Se ci avessero ascoltato, se avessero accolto la nostra proposta di sciogliere Avt, Varese Europea, ridurre i compensi degli amministratori, mollare il Teatro Santuccio, ora non si sarebbero fatti gli aumenti. Il bilancio è ingessato perchè non sono stati fatti i tagli necessari”.

L’ordine del giorno di Nicoletti chiede che si adotti il bilancio partecipativo in Comune, interpellando i cittadini sulle grandi scelte. Quanto agli emendamenti, essi riassumono le battaglie condotte dal consigliere di minoranza. Si chiede che i quartieri non vengano ridotti a sportelli, che si esca da Varese Europea, si abolisca al più presto il Difensore Civico, si chiarisca il futuro della Fiera di Varese, si stralcino dal Piano delle opere alcuni interventi come il secondo tratto della Funicolare o la Cittadella dello Sport alla Schiranna.

Tra le proposte contenute negli emendamenti, asili condominiali, orti per anziani (con una spesa di 20 mila euro), uno skate park. E poi colpo finale: intervento sul parcheggio multipiano a piazzale Kennedy, da un milione e mezzo di euro. “Al posto del faraoinico progetto di unificazione delle stazioni”.

20 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi