Varese

Unione Italiana alza il tiro su dialogo Pdl-Udc

Unione Italiana interviene nel dibattito politico e alza il tiro sul dialogo apertosi, a Varese, tra la componente laica del Pdl e l’Udc, un confronto trasversale rispetto alla linea di confine tra maggioranza e opposizione.

“Leggendo la stampa cittadina odierna – dichiara il coordinamento di Unione Italiana – si apprende con disappunto che il “lassismo dell’ attuale amministrazione comunale” ha dato vita ad un nuovo movimento trasversale tra laici del Pdl e Udc con lo scopo, a loro dire, di “creare efficienza” nell’ente pubblico”.

Per UI, “chi legge tra le righe di questa nuova presunta ala di rinnovamento, non puo’ che percepire che si tratta invece solo ed esclusivamente di una vecchia formula politica, quella più lontana di tutte dal cittadino, quella che ormai non vorremmo più vedere nè sentire, finalizzata non tanto al rinnovamento quanto invece a tensioni e faide e rancori interne ai partiti e tra i partiti”.

Continua il coordinamento: “Noi di Unione Italiana, avremmo sicuramente apprezzato che il rinnovamento fosse un processo interno al palazzo stesso, ma ci rendiamo conto che si tratta, come sempre, di un desiderio “utopistico”. Inoltre mai come in questo momento le dinamiche di partito dovrebbero essere finalizzate a riavvicinare la gente alla politica e non a soddisfare come sempre le ambizioni di potere di pochi. Formule e linguaggi ormai vetusti andrebbero archiviati per una politica dinamica e del fare”.

 

19 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Unione Italiana alza il tiro su dialogo Pdl-Udc

  1. bruno belli il 19 giugno 2012, ore 16:18

    Mi ronzano sempre di più i versi del Giusti de “Il re travicello”, quando i “politici” d’oggi cercano di “incantare la balena”!!!
    Chissà se capirò perchè mi continuino a risuonare:

    “Calò nel suo regno / con molto fracasso;
    le teste di legno / fan sempre del chiasso:
    ma subito tacque /e al sommo dell’acque
    rimase un corbello / il re Travicello”.

    Forse ci credono delle rane?

Rispondi