Verona

“No Imu Day”, sindaci leghisti riconsegnano fascia tricolore

A Verona, in piazza dei Signori, il “No Imu Day” ha cercato di rilanciare un  partito in forte declino. La Lega Nord si è presentata sul palco con un gruppo di sindaci, alcuni provenienti anche dal Varesotto. E’ il caso del sindaco di Varese, Attilio Fontana, e Matteo Bianchi, primo cittadino di Morazzone. Presenti anche diverse bandiere e militanti di Casa Pound.

Ancora una volta, il triumviro leghista Maroni si è presentato sul palco insieme a Umberto Bossi, e questo a due settimane dal congresso federale, che dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) incoronare l’ex ministro dell’Interno.

Dopo la manifestazione, il sindaco di Verona, il maroniano Flavio Tosi, ha guidato una delegazione di primi cittadini lumbard in prefettura a riconsegnare le fasce tricolori da sindaco in segno di protesta contro l’Imu. Lo ha fatto anche il sindaco di Varese, come si può vedere in un’immagine pubblicata nella sua pagina Facebook.

Per Tosi “se fosse stata come l’Imu ex Ici, una tassa locale che escludeva la prima casa, sarebbe stata una cosa; ma una tassa che la include, aumentando gli importi in maniera impressionante (e che per metà vanno allo Stato), è ovvio che siamo contrari”.

Tra le altre iniziative di protesta previste e presentate dai primi cittadini della Lega c’è anche la mancata approvazione dei bilanci, come protesta contro il patto di stabilità e per chiederne la revisione.

17 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi