Gazzada

Tripoli bel suol d’amore. A Gazzada un romanzo sui coloni

Una vecchia immagine di coloni italiani

Domenica 17 giugno, alle 15, nella Chiesetta dell’Assunta, a Gazzada (Va), in via Italia Libera, chiesetta da poco restaurata e riaperta al pubblico dei fedeli, l’ottima associazione “La Casa di Nando”, in collaborazione con la casa editrice La Vita Felice, presenta un’opera davvero interessante.

Si tratta del volume “I ventimila. La casa sul Gebel”, recente fatica letteraria di Francesco Mennuni. La presentazione del romanzo, che vedrà anche la presenza dell’autore, sarà a cura del giornalista Franco Tettamanti, presidente de “La Casa di Nando”, una delle firme del mitico “Corrierone”. Le letture dei brani del romanzo saranno accompagnate da interpretazionimusicali del gruppo jazz genovese “Extemporaneo”.

I “Ventimila” furono i colonizzatori della Libia nel Gebel el Achdar (termine che significa montagna verde e indica l’altopiano libico ricoperto di fitti boschi) situato nella Cirenaica settentrionale. Il libro di Francesco Mennuni è l’appassionata rievocazione di quegli anni, della vita quotidiana dei coloni, delle fatiche, delle speranze in un angolo di mondo che si era trasformato in una seconda Puglia. Nel libro rivivono emozioni, costumi, tradizioni e usanze contadine, profumi, suoni e affetti che disegnano un suggestivo affresco destinato, dieci anni più avanti, con la Seconda Guerra Mondiale,  a trasformarsi in un quadro a tinte fosche dove la paura, il dolore e il forzato ritorno a casa prenderanno il sopravvento.

16 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi