Varese

Coppie di fatto, il Pdl punta sul quoziente famigliare

Sta diventando il tema politico del momento. Dopo che è stata depositata una mozione dal Sel Cordì e dai Pd Mirabelli e Civati in modo da fare riconoscere, con un registro, le coppie di fatto, ora il Pdl dice la sua. E lo fa con un ordine del giorno depositato a Palazzo Estense, firmato da formigoniani e laici (Cosentino, Chiodi, Grassia, Galparoli, Crespi) per chiedere il quoziente familiare a tutti i servizi comunali.

Una richiesta che punta ad estendere le agevolazioni che oggi riguardano solo le scuole materne, con detrazioni stabilite sul numero di figli, ad altri servizi comunali.

Non sfugge che una simile proposta non entra in collisione direttamente con la proposta di Sel-Pd: puntare sul quoziente famigliare evita di scontrarsi con quella parte del centrodestra (Pdl e Lega) che potrebbe essere favorevole al riconoscimento delle coppie di fatto. Una posizione, crediamo, non riguardi solo il capogruppo leghista Moroni, che ha aderito alla mozione pro-coppie di fatto a titolo personale.

E’ inutile girarci intorno: questioni di questo genere sono trasversali, destinate, a destra e a sinistra, a scompaginare gli schieramenti. Quando i provvedimenti arriveranno in aula, non ci saranno ordini di scuderia che tengano.

14 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi