Varese

Airone rosso, bentornato sul Lago di Varese

L'airone rosso

Fedele al ritorno del bel tempo, dopo un lungo viaggio iniziato nell’Africa subsahariana, da qualche settimana l’airone rosso è tornato sulle sponde del Lago di Varese. Lo annuncia la LIPU-Bird Life Italia  che proprio lo scorso anno aveva individuato per la prima volta un insediamento – ovvero, in termine tecnico, una garzaia – di cinque o sei coppie della rara specie migratoria nei canneti di Calcinate, nei pressi della pista del volo a vela.

Una bella notizia che si sposa con una felice coincidenza: la recente ripresa delle escursioni naturalistiche sul lago a bordo della “Stramba”, la barca a fondo piatto di proprietà LIPU che, quest’anno, è stata attrezzata con un nuovo motore elettrico. “Il motore precedente è stato sostituito da un nuovo modello dotato di batteria al litio, potente, leggera e con una prolungata autonomia, ideale per esplorare il lago con l’intento di ammirarne le bellezze naturalistiche – commenta Alessio Martinoli, operatore LIPU-. Infatti il nuovo motore, oltre a non inquinare, è ancora più silenzioso del precedente, perciò ci permette di avvicinarci agli uccelli senza disturbarli”.

L’acquisto è stato possibile grazie ai fondi del progetto “LIFE TIB – Trans Insubria Bionet” stanziati dalla Commissione Europea e partito lo scorso ottobre con il coinvolgimento di Provincia di Varese, Regione Lombardia, LIPU, Fondazione Cariplo, trentacinque Comuni del Varesotto e i Parchi Campo dei Fiori e Ticino allo scopo di conservare i due corridoi ecologici che collegano il nord e il sud della nostra provincia, salvaguardando la mobilità di specie animali e vegetali e, di conseguenza, la biodiversità del territorio. Uno degli obiettivi del progetto, che lo scorso 29 marzo ha avuto una notevole eco grazie al convegno “Vive solo chi si muove” tenutosi a Ville Ponti di Varese, è proprio la comunicazione, ovvero la sensibilizzazione degli abitanti della nostra provincia, in primis, sul valore del locale patrimonio ambientale e delle connessioni ecologiche indispensabili alla sua salvaguardia.

Il tema è caro anche alla Provincia di Varese, tanto che da quest’anno, attraverso un’apposita convenzione, Villa Recalcati ha affidato alla LIPU l’incarico di promuovere e condurre le visite naturalistiche sul lago, ufficializzando un compito che i volontari portavano avanti già da tre anni.

Appuntamento al porticciolo di Bodio, dunque, per salpare sulla “Stramba” e scoprire la vitalità di un patrimonio naturalistico più ricco e prezioso di quanto generalmente si creda: “La stessa presenza dell’airone rosso, protetta dall’Unione Europea e di cui in Italia non si contano più di 2mila coppie, è un chiaro indicatore del buono stato di salute del nostro lago – spiega Martinoli -. Nel tragitto proposto a bordo della “Stramba” non è escluso che lo si possa incontrare, ma in questo periodo avremo modo di osservare anche i primi pulcini di svasso e di folaga, i nibbi bruni e le ninfee”.

La prossima data in programma per le escursioni è domenica 17 giugno. Per ogni giornata le partenze saranno due, alle 9 e alle 16.30, con ritrovo al porticciolo di Bodio Lomnago. “Da quest’anno la partecipazione sarà gratuita e riservata ai soci LIPU – conclude Martinoli -. I non soci non saranno comunque esclusi dall’evento: al momento della partenza sarà possibile iscriversi alla nostra associazione. Ogni giro a bordo della “Stramba” dura circa due ore e ciascun partecipante potrà usufruire di un binocolo per il birdwatching”.

Ulteriori informazioni e le date dei prossimi appuntamenti sono disponibili su www.lipu.varese.it. Sul nuovo sito dedicato al “Progetto LIFE TIB” www.lifetib.it è, invece, possibile conoscere più a fondo i dettagli e lo stato di avanzamento del progetto e scaricare gli interventi del convegno dello scorso 29 marzo.

12 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi