Maccagno

A Maccagno il Pd rilancia l’impegno per i frontalieri

Al dibattito del Pd a Maccagno parteciperà l'onorevole Daniele Marantelli

I frontalieri sono il principale motore di sviluppo dell’economia del Nord della Provincia di Varese, e sono una risorsa indispensabile, tanto per le comunità delle Valli del Verbano, della Val Marchirolo e della Valceresio, quanto per lo stesso Canton Ticino.

“Senza i 25 mila frontalieri che ogni giorno valicano il confine per andare a lavorare, la Svizzera italiana sarebbe molto più povera”, afferma Stefano Bragnuolo, segretario del Pd di Luino, la più grande città del Nord della Provincia di Varese dove oltre tre mila persone lavorano nel Canton Ticino.

Per ribadire la centralità di questa classe di lavoratori, il loro ruolo strategico, e l’appoggio e la tutela che le istituzioni devono garantire loro, i circoli del Partito Democratico del Luinese hanno organizzato un convegno dibattito che si svolgerà venerdì 15 giugno alle ore 21 presso l’Auditorium di Maccagno.

Nella cornice di questa iniziativa verranno valutate le criticità, ma soprattutto evidenziate le potenzialità da difendere e sviluppare del frontalierato. Al dibattito parteciperanno esponenti istituzionali del Partito Democratico come l’onorevole Franco Narducci, l’onorevole Daniele Marantelli, il consigliere regionale Alessandro Alfieri.

Dichiarano gli esponenti del Pd: “Dopo mesi di dibattito dominato da strumentalizzazioni politiche che non fanno l’interesse dei frontalieri il Partito Democratico ha voluto ribadire la centralità di questi 25 mila lavoratori per l’intera provincia di Varese. Berna e Roma devono dialogare, così come le istituzioni locali con il Canton Ticino, al fine di garantire le migliori condizioni professionali a persone che con il loro impegno quotidiano arricchiscono sia la Svizzera che l’Italia”.

 

11 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi