Varese

Con Scotto la poesia francese è di casa a Varese

Fabio Scotto alla Libreria del Corso

Una serata per conoscere meglio le opere e il tempo di Fabio Scotto, autore poliedrico e ricco di iniziative culturali. Alla Libreria del Corso, grazie alla regia della poetessa Rita Clivio, Scotto ha presentato il suo ultimo libro, “La voce spezzata. Il frammento poetico nella modernità francese” (Donzelli), raffinate pagine saggistiche che testimoniano la passione di Scotto per la ricerca e il magistero universitario. Intrecciate alle pagine di questo coltissimo volume, le pagine di “Nuovi poeti francesi”, il volume curato da Scotto per la mitica serie “bianca” della Poesia Einaudi.

Tanti i presenti, dentro e fuori dalla libreria di Corso Matteotti. Pagine spiegate da Scotto, incalzato dalla Clivio. Pagine di versi lette in francese, con grande maestria, dallo studioso e poeta varesino, seguito dalla lettura della traduzione in italiano di quegli stessi versi. Già un esperimento simile si era verificato, in passato, al Teatro Santuccio. Anche in quella memorabile serata Scotto era riuscito ad evocare la ricchezza della sua opera, la molteplicità dei suoi interessi, lui poeta, saggista, docente universitario, organizzatore culturale (eccezionali i reading, con gli attori del Piccolo Teatro, organizzati a Milano).

Ieri sera era grande l’attenzione dei presenti, la voce di Scotto era nitida e chiara, le domande, ad esempio quelle dei poeti Dino Azzalin e Marcello Castellano, anche ottimo lettore dei versi, intelligenti e curiose. Un momento memorabile, un incontro dei varesini con uno dei suoi autori più interessanti ed appartati.

 

9 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti a “Con Scotto la poesia francese è di casa a Varese

  1. Moira il 9 giugno 2012, ore 23:44

    Non basta esser colti, o grandi poeti. Bisogna essere anche grandi uomini, Scotto lo è.

  2. a.g. il 9 giugno 2012, ore 23:49

    D’accordissimo

  3. ombretta diaferia il 10 giugno 2012, ore 10:25

    se non si è grandi uomini, non si può essere fini poeti…
    complimenti a Scotto per aver portato poesia a Varese…

  4. Giuseppe Battarino il 10 giugno 2012, ore 12:59

    felice di avere rivisto e ritrovato la vita culturale di Varese attraverso la colta sobrietà di Fabio Scotto e le preziose presenze di Rita Clivio, Marcello Castellano e Dino Azzalin

  5. Riccardo Tranquillini il 10 giugno 2012, ore 14:38

    Grazie a Fabio per l’invito e la splendida opportunità di ascoltare una lezione di letteratura sapiente, fine, intima. Tre aggettivi che la cultura varesina difficilmente riesce a coniugare.

  6. Giovanni il 10 giugno 2012, ore 15:07

    Grazie Fabio per l’eccellente lezione. Complimenti vivissimi a coloro che, sapientemente, lo hanno coadiuvato nella presentazione e nelle letture.
    Giovanni Zappalà.

  7. Luisa Oprandi il 10 giugno 2012, ore 16:10

    Fabio, un amico e un varesino che ama la nostra città attraverso una raffinata offerta culturale.

  8. Moira il 11 giugno 2012, ore 19:01

    Poi dice che il consenso appartiene alla politica. I commenti che vedo sopra lasciano ben sperare: un Poeta Sindaco!

  9. Google Alert – FRANCESE NEWS – Easy News Press Agency | Easy News Press Agency il 16 giugno 2012, ore 01:00

    [...] Con Scotto la poesia francese è di casa a Varese – Varese ReportIl frammento poetico nella modernità francese” (Donzelli), raffinate pagine saggistiche che testimoniano la passione di Scotto per la ricerca e il magistero …www.varesereport.it/…/con-scotto-la-poesia-francese-e-di-casa… [...]

Rispondi