Varese

Terremoto, Galli acquista il Parmigiano danneggiato

Sono molteplici e bilanciate sulle esigenze più stringenti le risposte concrete che Villa Recalcati sta dando per contribuire ad affrontare la delicata situazione nelle zone colpite dal sisma. Giunta, consiglieri, Protezione civile, ognuno sta lavorando per concretizzare un’iniziativa solidale sulla base dei reali bisogni che emergono nei paesi colpiti dal terremoto.

“Questo sisma ci ha messo di fronte a uno scenario inedito – ha dichiarato l’assessore Massimilano Carioni – la situazione si evolve di giorno in giorno, modificando anche situazioni di intervento e bisogni. Per questo è necessario coordinare fino al dettaglio gli aiuti, ma soprattutto ascoltare quello che davvero ci viene chiesto. E qui voglio ringraziare i cittadini della provincia di Varese per la grande disponibilità concessa”.

La prima risposta è arrivata dalla Giunta provinciale. Il presidente Galli e tutti gli assessori hanno, infatti, deciso di acquistare a titolo personale una forma di formaggio danneggiata durante i crolli.

In prima linea c’è sicuramente la Protezione civile, sia in termini di impegno sul posto, secondo un programma temporale che verrà diramato su indicazione della Regione che in termini di azioni solidali. E’ l’esempio della tenda polifunzionale, acquistata proprio dalla Protezione civile della Provincia di Varese e che verrà consegnata sabato 9 giugno alla popolazione di Mirandola (Mo).

L’appello di Villa Recalcati è stato raccolto anche da Ivana Spagna, l’artista che ha partecipato all’ultima Festa della Protezione civile della Provincia di Varese, rimanendo entusiasta dell’efficienza dei volontari del Varesotto. E per stare vicino alle popolazioni colpite dal terremoto, ha scelto la Protezione civile della Provincia di Varese, che avrà l’incarico di consegnare i 20 condizionatori d’aria acquistati proprio dalla cantante veronese. Queste apparecchiature serviranno per l’ospedale da campo di Mirandola, soprattutto in vista dell’estate, a rendere più agevole il lavoro dei medici e la permanenza dei degenti. Alla consegna dei condizionatori sarà presente anche Ivana Spagna.

Due camper della Protezione civile per due week end in 8 piazze della provincia di Varese per una raccolta fondi per le popolazioni del mantovano e dell’Emilia. E’ questa l’iniziativa proposta dai consiglieri provinciali e subito sposata anche dagli assessori, i quali raccoglieranno personalmente i contributi economici dei cittadini. Il perché della raccolta fondi lo spiega l’Assessore Carioni: “Gli aiuti più efficaci sono quelli che oltre a rispondere ai bisogni, contribuiscono in maniera concreta a far ripartire l’economia di quelle terre. Proprio gli emiliani ci chiedono di non inviare cibo, ad esempio, o indumenti, poiché molte delle loro attività sono comunque rimaste attive. Raccogliere e dare la possibilità economica di acquistare là quel che davvero serve risponde alla doppia esigenza di una solidarietà davvero efficace”. I giorni saranno sabato 16, domenica 17, sabato 23 e domenica 24. Le piazza verranno comunicate nei prossimi giorni.

Oltre alla raccolta nelle piazze Provincia di Varese ha attivato un conto corrente ad hoc. Chi intende quindi devolvere un aiuto economico attraverso Provincia di Varese, come per altro già fatto per altre emergenze, può farlo con un versamento a Banca Popolare di Bergamo - Sede di Varese intestato a Provincia di Varese (Terremo 2012) IBAN – IT 89 A 05428 10801 000000005716

Dare una mano è importante, farlo in maniera efficace è fondamentale. E proprio per evitare una dispersione di risorse Provincia di Varese e la Protezione civile hanno elaborato un data base con tutte le richieste di materiali necessari. Tali dati verranno incrociati con le offerte dei singoli cittadini o delle aziende del territorio che vorranno dare il proprio contributo. Protezione civile, infatti, oltre a essere già stata per un sopralluogo al campo di San Giacomo delle Segnate (Mantova) è in costante contatto con le zone terremotate, così da avere un aggiornamento continuo sulle necessità. A disposizione di cittadini e aziende è stato messo un numero di telefono dedicato – 0332252029 – e un operatore dalle 10 alle 12, da lunedì a venerdì e l’indirizzo mail protezionecivile@provincia.va.it per raccogliere le offerte di aiuto in termini di materiali e ospitalità.

 

 

7 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi