Varese

Antares, bilancio positivo del progetto anti-disagio

Un momento della kermesse dedicata ad Antares

Un progetto ricco e complesso come Antares oggi è andato in vetrina, per essere meglio conosciuto e per presentarsi ai varesini. Un’occasione offerta da un vero e proprio happening partito, questa mattina, al Teatro Santuccio. Un modo per illustrare il Piano Antares, che è stato promosso dall’Ambito Sociale Distrettuale di Varese con il Comune di Varese come ente capofila.

Un’occasione per incontrare gli attori e capire il senso delle esperienze promosse nell’ultimo triennio progettuale, da ottobre 2009 a luglio 2012. Un’occasione di conoscenza ed incontro tra gli utenti, gli educatori e le educatrici, i partner progettuali, molti testimoni della rete e la cittadinanza. Antares, come ha spiegato l’assessore alla Persona e alla Famiglia del Comune di Varese, Enrico Angelini, è una rete di azioni sociali ed educative che puntano alla prevenzione del disagio e alla promozione del benessere. Destinatari minori fino ai 18 anni, giovani tra 19 e 25 anni, famiglie e comunità. Complessivamente Antares ha coinvolto un totale di oltre 80 mila utenti tra il 2009 e il 2012.

L’happening è partito con un piccolo momento di spettacolo organizzato da uno dei partner di Antares, il Progetto Zattera, che ha proposto la performance “Allegria”, realizzata dagli alunni dell’Ipc “Einaudi”. Molte le testimonianze che si sono alternate sul palco del Santuccio, soprattutto di genitori e di educatori. Si è poi svolto un dibattito dal titolo “Coltiviamo la prevenzione”.

 

 

7 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi