Varese

Festa Democratica, quando il teatro è donna

Luisa Oprandi

Il teatro scritto e recitato dalle donne: questa la novità delle iniziative culturali della Festa Democratica alla Schiranna per l’estate 2012. Tre appuntamenti fissi con l’arte all’ultimo venerdi di giugno, luglio e agosto : pensieri, riflessioni, emozioni, musiche e parole che tre artiste del territorio trasportano sulla scena.

Dice la responsabile culturale della Festa, Luisa Oprandi: “Mi piace pensare alla festa della Schiranna come ad  una “piazza cittadina” che, come nella più bella tradizione, sa diventare anche luogo di incontro con l’arte e la musica”.

Apre la rassegna teatrale, venerdì 29 giugno, un’opera dedicata alla valorizzazione della donna e al rifiuto di ogni violenza perpetrata ai suoi danni. Venerdi 29 giugno “Figlie di Barbablù- Tracce di silenzio” è una riflessione in difesa della dignità femminile e contro ogni forma di violenza alle donne. L’universo donna da amare e non violare: questo il tema del progetto di Claudia Vittoria Donadoni, rielaborato da Enrica Ferrari e portato in scena dalla stessa Donadoni, nelle vesti di attrice e cantante accompagnata alla chitarra da Andrea Comazzetto

Seguiranno, nei due mesi successivi, Ierina Dabalà venerdi 27 luglio “Il coraggio delle donne” tratto dal libro “Donne varesine nella Resistenza”: il contributo delle donne nella lotta sociale e politica per la libertà e la democrazia. Concluderà il ciclo Claudia Vigo, venerdi 31 agosto, “Tracce di donne”: musica e poesia per raccontare l’universo femminile.

5 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi