Varese

La Francia di Fabio Scotto alla Libreria del Corso

Il poeta e traduttore Fabio Scotto

Un autore importante per Varese, Fabio Scotto, e che tuttavia è noto a pochi. Benvenuta, dunque, l’iniziativa in programma venerdì 8 giugno, presso la Libreria del Corso a Varese, quando, alle 18.30, verrà presentato l’ultimo libro di Scotto “La voce spezzata” (Donzelli), un denso saggio, appena uscito ed edito da Donzelli, sulla tradizione poetica in Francia, un Paese e una cultura che l’autore conosce da tempo e in modo molto approfondito. Nell’incontro si parlerà anche della precedente antologia “Nuovi poeti francesi”, curata da Scotto e pubblicata da Einaudi, per l’evidente collegamento esistente tra i due volumi.

Scotto, poeta, saggista, traduttore, professore di Letteratura francese all’Università di Bergamo e apprezzato francesista, sarà intervistato alla Libreria del Corso dalla poetessa Rita Clivio e altri poeti varesini, tra cui l’ottimo Riccardo Tranquillini, leggeranno alcuni versi. Con questo testo, Scotto ha tracciato una breve storia del frammento, nella letteratura francese ed occidentale dal ’500 al ’900, per poi approfondire il tema, analizzando, oltre che l’opera di poeti che hanno utilizzato la forma frammentaria, come René Char, Bernard Noël e Cioran (solo per citarne alcuni), anche di filosofi quali Roland Barthes e Nietzsche.

Una stagione molto feconda, per Scotto, questa, dato che nell’ultimo triennio, oltre al ponderoso volume che sarà presentato venerdì 8 giugno, un anno fa è uscita l’antologia, pubblicata dalla collana Poesia dell’Einaudi, curata da Scotto, con il titolo “Nuovi poeti francesi”. Nel 2010, invece, è giunta nelle librerie ”L’opera poetica” di Yves Bonnefoy, un grande volume della prestigiosa collana de ”I Meridiani” della Mondadori, e il saggio di Bonnefoy dedicato a Rimbaud, pubblicato dalla Donzelli.

 

 

 

3 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “La Francia di Fabio Scotto alla Libreria del Corso

  1. silvia ambrosetti il 4 giugno 2012, ore 00:59

    bello..

  2. Valda Osiris il 4 giugno 2012, ore 16:19

    …e siccome non ci sono i soliti tromboni e i soliti trombati, Venerdì tutti alla libreria del corso!

Rispondi