Varese

Provincia, Vigili, Prociv, guerra anti-vespe e calabroni

Firmato questa mattina il protocollo d’intesa su come affrontare l’emergenza imenotteri. Grazie a questa sinergia tra Provincia di Varese e Vigili del fuoco si offre un servizio gratuito ed eseguito da personale adeguatamente formato per risolvere anche quelle situazioni di stretta emergenza, che riguardano privati.

“Alla luce del lavoro fatto l’anno scorso – ha dichiarato l’Assessore provinciale a Sicurezza e Protezione civile Massimiliano Carioni – possiamo dire che si tratta di un protocollo rodato, che ha dato grandi soddisfazioni per i risultati raggiunti. Confermiamo in questo modo una brillante collaborazione con i Vigili del fuoco e al contempo offriamo un servizio di grande utilità per i cittadini, poiché gli interventi saranno gratuiti. Ciò ci consente anche un risparmio, poiché ci consente di non disperdere risorse e di concentrare le forze con una formazione dei volontari mirata. Tutto questo a fronte di un investimento oculato, non eccessivo e pari a 34 mila euro”.

Per il comandante provinciale dei Vigili del fuoco, Vincenzo Lotito, ha posto l’accento “su questa collaborazione tra enti che ha dato vita a un modello operativo efficace e che verrà riproposto anche in altri ambiti. Oggi, infatti, è più che mai fondamentale, per continuare a dare risposte concrete ai cittadini, collaborare e condividere gli sforzi, le professionalità e le risorse”. Angelo Gorla, dirigente della Protezione civile della Provincia di Varese, ha invece sottolineato “l’importanza di questa operazione, che consente ai nostri volontari di acquisire sempre maggiori competenze. Ciò significa continuare a seguire quel percorso virtuoso di formazione continua per mantenere ottimali i livelli operativi della nostra già eccellente Protezione civile”.

Il Protocollo, che ha validità dal 1° giugno al 31 dicembre 2012, prevede l’assicurazione al cittadino di interventi non onerosi per la disinfestazione dagli imenotteri tramite l’utilizzo del numero unico della sala operativa 112 e prevede la collaborazione ed il coinvolgimento delle organizzazioni di volontariato di protezione Civile, dei Vigili del fuoco e la partecipazione dei comuni aderenti. Finalità molto importante per Provincia di Varese è cercare di garantire la maggiore copertura territoriale, invitando eventualmente i comuni ad accordarsi tra loro per ottimizzare gli interventi. Quest’anno i comuni aderenti a tale proposta sono 101 (26 in più rispetto allo scorso anno!) ai quali vanno sommati il comune di Varese e i comuni della zona ad esso afferenti che adottano una procedura autonoma d’intervento concordata con la Provincia.

L’accordo prevede anche la gestione degli interventi per la bonifica da imenotteri che non rivestano carattere di soccorso tecnico-urgente. Durante il periodo di validità del Protocollo, saranno gestite dalla Sala Operativa del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco le sole richieste d’intervento per imenotteri da effettuarsi nei territori di competenza dei Comuni indicati dalla Provincia in un apposito elenco. I Vigili del fuoco pertanto effettueranno interventi “sopra soglia” (particolarmente difficili perché in quota o perché richiedono noleggio di attrezzature particolari) ed inoltreranno alla Provincia le segnalazioni “sotto soglia” (es. imenotteri che si trovano in cassonetti, sottotetti accessibili, balconi, o interventi che necessitano di un piano di appoggio di altezza inferiore a due metri rispetto al piano assunto a riferimento) che verranno prontamente trasmesse a organizzazioni di volontariato di Protezione Civile fornite di dispositivi di protezione individuale specifici.

Sempre durante il periodo di validità del Protocollo, nei comuni che non rientrano nell’elenco predisposto da Provincia, il Comando dei Vigili del fuoco di Varese gestirà ed evaderà solo le richieste per interventi di soccorso tecnico-urgente. Al di fuori invece dal periodo di validità del medesimo Protocollo, il Comando Provinciale Vigili del fuoco di Varese gestirà ed evaderà solo le richieste per interventi di soccorso tecnico-urgente.

Provincia di Varese si impegna ad assicurare: la gestione degli oneri dei servizi svolti in caso di uscita dell’organizzazione dal proprio territorio comunale, sempre che l’assicurazione dell’organizzazione non sia già extracomunale; la fornitura di del materiale tecnico di soccorso (es. insetticida) necessario alle squadre dei Vigili del fuoco.

La formazione dei volontari è finalizzata a preparare un numero di volontari sufficiente per consentire una copertura razionale e quanto più completa del territorio provinciale, sono state svolte due edizioni tra luglio, settembre ed ottobre 2011 per un totale di oltre cento iscritti. I formatori impegnati in tale attività formativa sono stati esperti di Provincia di Varese, Vigili del fuoco Comando Provinciale di Varese, A.S.L. e Coordinatori di Protezione Civile.

Sono stati 1272 gli interventi eseguiti nel 2011 dai Vigili del Fuoco e più di 438 dai volontari di Protezione Civile nei Comuni aderenti al Protocollo.

1 giugno 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi