Politica

Lumbard al congresso di Bergamo, Salvini sul trono

L'eurodeputato Matteo Salvini

La Lega va a congresso, e lo fa impegnando i delegati di Lombardia e Veneto, in vista del congresso federale del 30 giugno e dell’1 luglio. Un appuntamento che arriva dopo la tempesta giudiziaria che si è abbattuta sul Carroccio, con Roberto Maroni impegnato a rilanciare un partito duramente colpito anche dal verdetto delle recenti elezioni amministrative, dove la Lega è uscita sconfitta da ogni ballottaggio lombardo al quale ha partecipato.

Da venerdì sera i delegati della Lombardia saranno impegnati, negli spazi del Palacreberg di Bergamo, a celebrare l’ottavo congresso nazionale. Sul piatto un ruolo fondamentale: dovrà essere sostituito Giancarlo Giorgetti, alla guida del partito dal 2002. A combattersi per la poltrona l’eurodeputato, maroniano doc, Matteo Salvini e il senatore Cesarino Monti. La vittoria di Salvini pare scontata, soprattutto per il sostegno di Maroni.

Venerdì sera si inizia tra le 19 e le 20 con il discorso del segretario uscente Giancarlo Giorgetti e del presidente nazionale Roberto Castelli. Sul palco parleranno poi il commissario nazionale dei Giovani Padani Eugenio Zoffili, il vicepresidente della Regione Lombardia Andrea Gibelli e il presidente del gruppo regionale della Lega Nord Stefano Galli. I lavori riprenderanno il mattino del sabato, alle 9.30, con gli interventi dei triumviri Roberto Maroni, Roberto Calderoli e Manuela Dal Lago. Non mancherà il Senatur, che chiuderà, col suo intervento, il congresso lombardo, seguito poi dal nuovo segretario nazionale, che sarà eletto dall’assemblea dei delegati.

31 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Lumbard al congresso di Bergamo, Salvini sul trono

  1. cittadinosuperpartes il 31 maggio 2012, ore 17:04

    Da settimana prossima la Lega riparte da zero IL nuovo slogane’ stato coniato dopo il discorso di Bossi”CE L’ABBIAMO MOLLE”

  2. Protassio Virtussio il 31 maggio 2012, ore 17:46

    Dopo il congresso, lo slogan sarà ulteriormente modificato in: ” CE L’ABBIAMO?”

Rispondi