Luino

Colpivano negli appartamenti, bloccati dall’Arma

Venerdì sera il territorio della Compagnia di Luino è stato investito da un servizio coordinato disposto dal Comando Provinciale di Varese. L’attività prevedeva l’impiego, nel territorio ben 20 carabinieri, 9 mezzi militari impegnati nella verifica dalle ore 18.00 alle ore 24.00 dei luoghi di aggregazione e delle vie di collegamento stradale e ferroviarie. In tale contesto sono state  sottoposte a controllo ben 69 persone e 45 mezzi.

Numerosi i risultati di questo impegno. Sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare due cittadini albanesi, responsabili in concorso, a vario titolo, di furti in abitazioni ed esercizi pubblici. M.V. di 20 anni e H.F. di 33 anni, sono tutti senza fissa dimora. Un terzo M.A. di 27 anni è ricercato per concorso nel reato. Si tratta di una banda che ha colpito per lo più le abitazioni e esercizi commerciali nelle zone di Brezzo di Bedero, Castelveccana, Luino, Germignaga, Porto Valtravaglia, Laveno Mombello dal settembre 2010 al 22 luglio 2011.

Venerdì inoltre, alle ore 19.00, mentre si svolgeva tale servizio, a Mesenzana (Va), è stato arrestato, G.P. nato nel 1952 , residente a Luino (Va), il quale, poco prima, veniva bloccato da personale della “Utility srl”, con sede a Mesenzana, Via Provinciale nr. 80/a ove aveva tentato, venendo fermato da personale della struttura, d’asportare un kit di videosorveglianza del valore di euro 396, cui aveva danneggiato, al fine di realizzare l’illecito, l’etichetta antitaccheggio.

Venivano date poi 4 contravvenzioni per mancato uso di dispositivo di sicurezza e 3 per divieto di sosta con rimozione del mezzo che creava intralcio alla circolazione, il totale per un importo complessivo di 312 euro.

28 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi