Varese

Parte da Varese il tour dell’Agenda digitale

Da destra, gli assessori regionali Raffaele Cattaneo e Carlo Maccari

Varese ha tenuto a battesimo il tour di presentazione dell’Agenda digitale lombarda. Gli assessori regionali Carlo Maccari (Semplificazione e Digitalizzazione), Raffaele Cattaneo (Infrastrutture e Mobilità e presidente del Tavolo territoriale di confronto), affiancati da Luciana Ruffinelli (Sport e Giovani) hanno illustrato alle istituzioni e al mondo produttivo la “rivoluzione digitale”, che si sta originando da questo processo virtuoso.

“Regione Lombardia – ha spiegato Maccari – sta investendo concretamente per colmare il gap con l’Europa attraverso l’Agenda digitale. Una sorta di grande contenitore di strumenti pratici, che rivoluzioneranno e semplificheranno la vita dei cittadini e lo faranno in modo ancora più marcato in un territorio come Varese, che vedrà famiglie e tessuto socio-economico avvalersi anche della sperimentazione della Banda ultra larga (Bul)”. Per quanto riguarda la Banda larga, in provincia di Varese sono 15 i Comuni (sui 22 interessati dal progetto congiunto Lombardia/Telecom Italia per l’azzeramento del digital divide nelle aree a fallimento di mercato), che hanno completato interamente la connessione (Brusimpiano, Caravate, Carnago, Casorate Sempione, Cassano Magnago, Castelveccana, Comabbio, Ispra, Jerago con Orago, Mercallo, Monvalle, Porto Valtravaglia, Ranco, Sesto Calende, Travedona-Monate) e 7 (Agra, Brezzo di Bedero, Casciago, Comerio, Cuasso al Monte, Dumenza, Oggiona con Santo Stefano) quelli che la stanno terminando. Qui sono stati posati 66 km di fibra ottica, andando a coprire 29.600 nuovi abitanti. Circa 36.700 cittadini possono quindi richiedere un abbonamento; 3.230 lo hanno già fatto.

“La sperimentazione della Banda ultra larga (al via da giugno) – ha continuato Maccari – permetterà di navigare a velocità di 100 Megabit/secondo. Sono quindi pronte al loro debutto servizi quali E-governement, Turismo digitale, Tv interattiva in HD, Tele-medicina. E-learning, Trasmissione di eventi in 3D”.

All’interno dell’Agenda digitale lombarda si inserisce anche il portale open data (https://dati.lombardia.it). Entro fine anno conterrà 138 data set, dei “cassetti” con le informazioni più varie. Ha debuttato anche “In Lombardia” l’App della Regione per smartphone e tablet, che offre indirizzi ed informazioni utili.

L’Agenda digitale necessita di una complementare azione di alfabetizzazione tecnologica, fin dalla scuola. “Questo – ha sottolineato Maccari – è il grande obiettivo che il progetto ‘Generazione Web Lombardia’ intende portare nelle classi prime e terze delle scuole superiori. L’iniziativa, finanziata dalla Regione con 4,5 milioni di euro e dal Miur con altri 4 milioni di euro, prevede dal prossimo anno scolastico l’utilizzo di e-book e tablet durante le lezioni, coinvolgendo una popolazione scolastica di circa 25.000 studenti e 1000 classi”.

L’assessore Cattaneo ha ribadito che “lo sforzo economico di Regione Lombardia per la Crs (Carta regionale dei servizi) rappresenta la base per tutta una serie di servizi, che, mano a mano, si stanno aggiungendo e che semplificheranno la vita a cittadini e imprese come accade già con il Fascicolo elettronico in medicina e come vedremo in pratica con la telemedicina grazie alla Banda ultra larga”. “Dall’1 maggio – ha ricordato – la Crs è diventata anche uno strumento utile anche nel settore dei trasporti: oltre 16.000 lombardi hanno la possibilità di caricare gli abbonamenti per i mezzi pubblici su una nuova carta dotata di nuova tecnologia. Il numero dei fruitori di questo servizio della Crs salirà a 150.000 entro la fine dell’anno. A partire dal 2013, prevediamo di estendere la distribuzione della nuova Carta a tutti gli abbonati del sistema dei trasporti. La ‘nuova’ Carta aggiunge questa funzione a quelle tradizionali di codice fiscale, tessera sanitaria, documento di riconoscimento e di accesso a diversi servizi, pubblici e privati”.Cattaneo ha anche ricordato che lo sforzo della Regione è teso a rendere la Crs uno strumento sempre più innovativo. L’assessore Ruffinelli ha manifestato, da parte dell’Assessorato allo Sport e Giovani, l’interesse a utilizzare nuove funzionalità della Crs.

25 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Parte da Varese il tour dell’Agenda digitale

  1. ferrero il 25 maggio 2012, ore 11:18

    Perchè l’assessore Cattaneo non era presente il 16 maggio 2012 alla Tavola rotonda organizzata dall’Ordine degli Ingegneri di Varese alla quale hanno partecpato personalità note a livello internazionale come i prof.Decina e Sommani?
    Perchè la stampa locale non ha dato la opportuna visibilità all’evento , ma si è lmitata ad uno stringato resoconto dell’intervento dell’ass. Maccari?
    Forse se attuasse una collaborazione tra studiosi, tecnici e politici ci sarebbe una ricaduta più proficua per tutti

Rispondi