Varese

Ancora disagi per l’Imu. Signora colta da un malore

Un’altra giornata pesante, quella di oggi, all’Ufficio Tributi del Comune collocato nell’ex Palazzina della Cultura. Al piano terreno, in uno spazio angusto dove, fin dal primo mattino, attendono tanti contribuenti, si attende per farsi compilare il modulo relativo al pagamento della prima rata dell’Imu.

Apertura alle 8.30, con fila fuori dall’ufficio. Rispetto a ieri, quando Varesereport ha segnalato l’assenza di sedie sufficienti per i tanti anziani che devono sostare in fila, oggi qualche sedia in più è apparsa nell’atrio. E a rispondere ai tanti dubbi e ai quesiti oggi si sono visti due commessi, oltre ad un dipendente che seguiva la chiamata dei numeri ed un altro addetto che distribuiva i numeri. Inoltre, c’era chi annotava su un foglio nomi e codici fiscali di chi verrà chiamato nei prossimi giorni.

Resta il fatto che lo spazio è angusto e che le file, fin dall’apertura, sono lunghe. Disagi e lunghe attese, soprattutto per gli anziani, diventano un problema. Questa mattina, attorno alle 9.30, una signora in fila davanti all’ufficio è stata colta da un malore. Grazie al pronto intervento di uno dei due commessi è stata immediatamente allertata un’ambulanza, giunta in via Sacco pochi minuti dopo soccorrendo la signora.

Tra l’altro, la porta anti-panico in vetro che resta aperta durante la mattina, è stata riparata con nastro adesivo: si tratta di un vetro frantumato, che dovrebbe essere sostituito al più presto per evitare che possa perdere pezzi.

22 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi