Politica

Il crollo del Carroccio. Maroni: con il Pdl? Chissà

Roberto Maroni

Sette candidati al ballottaggio, nessun eletto. E’ totale la debacle della Lega Nord in Lombardia e Verneto. Per quanto riguarda la nostra regione, sconfitta a Senago (Mi), a Cantu’ (Co), a Meda (Mb), a Tradate (Va), a Palazzolo sull’Oglio, nel bresciano. Ma anche in Veneto il Carroccio è sceso davvero in basso, nei due Comuni al ballottaggio: a Thiene (Vi) e a San Giovanni Lupatoto (Vr).

Un momento durissimo per i leghisti, che affidano ad un sconcertato Roberto Maroni un primo commento sui risultati elettorali: “Abbiamo pagato un prezzo altissimo alle vicende che hanno coinvolto la Lega dal punto di vista mediatico-giudiziario negli ultimi tempi”. L’ex ministro cerca comunque di reagire alla debacle del movimento: “Con questa sconfitta si conclude la ‘traversata del deserto’ e si apre la stagione dei congressi, in Lombardia e Veneto, e poi il congresso federale”. Maroni si è ancora riferito al “modello di Verona”.

Quanto alle alleanze con il Pdl, Maroni si è mostrato possibilista dopo la sconfitta cocente. “Se la rivoluzione annunciata da Alfano si compirà, il dialogo potrà riprendere ma ora non sono in grado di dirlo perchè è il congresso federale che decide”. Poi Maroni aggiunge: “Vedremo cosa succederà: è in corso un cambiamento e valuteremo le novità. Però la Lega è piu’ interessata alla soluzione dei problemi della questione settentrionale che al discorso delle alleanze”.

21 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Il crollo del Carroccio. Maroni: con il Pdl? Chissà

  1. Maroni conquista il partito. - Pagina 4 il 4 giugno 2012, ore 18:58

    [...] [...]

Rispondi