Varese

Assemblea sulla Cava, imbrattati tutti i manifesti

I manifesti imbrattati nel corso della notte scorsa

Sempre più singolare la vicenda della pubblica assemblea sulla Cava Nidoli-Italinerti organizzata dall’associazione Acquaria per il 24 maggio alle ore 21 presso l’ex Liceo musicale di piazza della Motta. Prima la contrarietà del Comitato anti-Cava, poi manifesti che dimenticano il simbolo di Sel, partito che pure aderisce all’iniziativa. Infine una nuova sorpresa.

Nel corso della scorsa notte, sono stati imbrattati tutti i manifesti che annunciano l’assemblea anti-Cava. Con uno spray di vernice nera, qualcuno nella notte è passato davanti ai manifesti per imbrattarli con il colore nero.

Ma la cosa più strana di questo blitz notturno, non è che gli ignoti hanno lasciato sgorbi o macchie casuali, ma è solo stato coperto, con un intervento molto preciso, il nome dell’impresa Nidoli, impegnata nell’iniziativa della Cava. Un intervento davvero singolare, di cui è difficile comprendere la ragione e, soprattutto, capire chi possa essere stato il protagonista dell’iniziativa.

20 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti a “Assemblea sulla Cava, imbrattati tutti i manifesti

  1. Raffaella il 20 maggio 2012, ore 17:01

    un po’ tutto strano. . .prove tecniche di nuove alleanze???

  2. Mauro Sabbadini il 20 maggio 2012, ore 20:04

    questa è una delle vicende più serie che coinvolgano il territorio varesino attualmente in discussione. L’azione combinata di Acquaria e di qualche vandalo notturno rischiano di trasforomarla in farsa, ovviamente con l’inconsapevole complicità dei cosiddetti partiti.
    A scanso di equivoci mi potrei firmare sia come cofondatore del comitato civico, sia come vicepresidente provinciale dell’Arci, sia come segretario del Comitato SLP di Cantello che assicura la rappresentanza legale del Comitato Tre Scali – Bevera

  3. marco vigano' il 20 maggio 2012, ore 20:15

    Alleanze vaste… la Federazione della Sinistra, partito della Rifondazione Comunista ci ha dato il logo ore dopo la stampa delle pellicole, mi sono scusato come ho potuto, mentre il grafico, e io leggendo le bozze, abbiamo dimenticato il logo di SEL, Era arrivato in mail separata alla stamperia, perche’ ci era prima giunto in un formato minuscolo, non stampabile.
    Come indica Varesereport, le difficolta’ per farsi ascoltare da una sola corrente del PdL sono enormi.

  4. Gianluca Bertoni il 21 maggio 2012, ore 14:56

    Non faccio parte di alcun comitato ma seguo la vicenda da tecnico (ingegnere ambientale).
    Ci sono abbastanza elementi per avere dubbi leciti sui lavori di cava, come espresso da uno studio commissionato dal comune di Cantello, oltre allo studio di Aspem.
    Questi vanno chiariti. E chi ama la Bevera perchè non ha mai denunciato in passato l’abbandono di rifiuti sul territorio?
    Ma troppi dormono, compreso chi si lamenta e forse cerca visibilità. Da oltre due anni si ripetono le stesse cose sperando che dal cielo scenda la soluzione. Signori, bisogna agire, non aspettare.

  5. Mauro Sabbadini il 22 maggio 2012, ore 01:25

    Caro Bertoni, lieto di sentire che lei si occupi oggi della Bevera e faccia segnalazioni, mi auguro vivamente che le sue ottengano risultati migliori di quelle fatte negli ultimi trent’anni.
    Lieto anche che, da tecnico, condivida le preoccupazioni che noi segnaliamo da alcuni anni e, mi creda, si vede benissimo che non fa parte di alcun comitato visto che sembra sostenere quest’inizitiva demagogica che ha altre finalità.

    Io sono due anni che passo notti e giornate dietro questa vicenda, mi è capitato spesso che i vecchi dei partiti cercassero di liquidarmi come fa lei con l’accusa di cercare visibilità, sa come rispondo? non andando a striscia la notizia quando mi hanno invitato, declinando le candidature quando me le offrono, insomma evitando di speculare, come altri fanno, sulle battaglie che faccio. In alcuni casi sbaglio naturalmente ma visto che questo è un refrain trovo utile essere preparato a rispondere

  6. max laudadio il 24 maggio 2012, ore 11:39

    il 2° servizio sulla cava NIDOLI andrà in onda il 7/6/12 ….PASSATE PAROLA!!!

  7. marco viganò il 24 maggio 2012, ore 15:22

    Grazie Max.

  8. marco vigano' il 3 giugno 2012, ore 09:26

    I committenti son gli stessi che hanno piu’ volte distrutto gli striscioni anti cava.
    Ho dovuto querelare ignoti. Anche in relazione ad un episodio di minacce personali, che hanno pero’ uno stampo piu’ grave, diverso e che credo di poter imputare con certezza ad altro genere di committenti. Legati ad altre delle azioni di Acquaria, che a volte hanno il carattere di vere indagini.
    ChIunque puo’ lasciare anche in modo anonimo rapporti su situazioni di danno doloso all’ambiente qui: http://acquaria.webs.com/ivostrimessaggi.htm
    Per ora le intimidazioni non ci hanno spinto a togliere la pagina.

Rispondi