Varese

Strage mafiosa a Brindisi. E Varese scende in piazza

La scuola Morvillo a Brindisi

Una ragazza di 16 anni, Melissa Bassi, dilaniata dallo scoppio, e sei feriti: e’ il bilancio, orrendo, di un attentato compiuto dinanzi alla scuola brindisina, l’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Sociali ‘Francesca Laura Morvillo Falcone’ di Brindisi, che conta 600 alunni. Tra i 6 feriti, oltre a Veronica Capodieci, vi sono altre quattro studentesse ricoverate tra i reparti di chirurgia plastica e il centro ustioni dello stesso ospedale. Anche per loro la prognosi e’ riservata, ma a quanto sembra non correrebbero pericolo di vita.

Sono tre, secondo i primi accertamenti degli investigatori, le bombole di gas utilizzate nell’attentato di questa mattina dinanzi all’Istituto professionale ‘Morvillo Falcone’ di Brindisi, che ha causato la morte di una studentessa e il ferimento di altre sei persone. Le bombole sono esplose intorno alle 7,45-7,50 in via Galanti, non lontano dal tribunale.

A Varese è pronta la risposta alla strage: alle ore 18 di oggi si svolgerà un presidio promosso da Libera, al quale parteciperanno associazioni e partiti, in piazza XX Settembre a Varese, una mobilitazione che avverrà con lo slogan “Fuori la mafia dalla storia”.

19 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi