Varese

Sel Varese: a Brindisi è stata colpita tutta l’Italia

Falcone e Borsellino, Sel li ricorda

Anche il Coordinamento Provinciale di Varese di Sinistra Ecologia Libertà interviene sul grave atto di violenza di Brindisi:

“Le bombe esplose alle 7,45 di oggi 19 maggio a Brindisi sono uno degli atti più vili che siano stati compiuti negli ultimi anni in Italia, mai prima d’ora la Scuola era stata così volutamente e premeditatamente vittima dalla criminalità eversiva e stragistica. Una ragazza di 16 anni ha perso la vita, un’altra lotta per la vita e altri sono in feriti. Solo due settimane fa era fatta esplodere la macchina del Presidente dell’Associazione Antiracket”.

Continua Sel: “Oggi non eraun giorno a caso, era quello delle celebrazioni, del passaggio della Carovana Antimafia, le due bombe sono state collocate sul muro dell’Istituto Scolastico intitolato a Francesca Morvillo quattro giorni prima del 20° anniversario delle strage di Capaci in cui persero la vita Giovanni Falcone la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. La scuola colpita è un simbolo non solo per il nome che porta ma anche per i premi ricevuti per i progetti di educazione alla legalità”.

Conclude Sel : “Tutto questo, e non solo, ci fa credere, che bombe piazzate non avessero il solo scopo di incutere paura ma la vera volontà di uccidere, uccidere vigliaccamente i più indifesi e di minare il luogo istituzionale più importante di un paese, quello dove si formano e si educano le nuove generazioni. Noi di Sinistra Ecologia Libertà diamo piena solidarietà alle famiglie, alle forze democratiche e alle istituzioni di Brindisi e di tutta la Puglia. Auspichiamo che le indagini portino all’arresto dei mandanti e di chi materialmente ha compiuto questo orribile atto, perché colpendo una scuola hanno colpito l’intera Nazione.

Diamo fiducia alle Istituzioni perché come diceva Paolo Borsellino: “la speranza comincia a nascere dalla fiducia nelle donne e uomini dello Stato” e l’Italia oggi ha bisogno di speranza”.

 

19 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi