Lettere

Un’occasione perduta

Perdere un’occasione, ha una sola certezza te ne accorgi dopo. Questo ho pensato domenica scorsa visitando la bella mostra, meglio la videomostra, a Villa Panza, dedicata a Bill Viola. Il pensiero mi ha portato ai primi anni novanta quando ancora laureando al Politecnico con una tesi sulla Videoteca Giaccari,  insieme a Luciano Giaccari incontravamo Assessori alla Cultura

, Sindaci, Direttori di musei o solo possibili finanziatori di Varese e Provincia proponendo l’idea di un Museo Elettronico.

Il vuoto che si creava mentre Luciano spiegava e argomentava la sua idea  era imbarazzante; gli sguardi convergevano verso un orizzonte nebbioso, qualche sbadiglio trattenuto, scarabocchi su quaderni vuoti, domande fuori tema, una serie di ma, non so, forse e di mi spieghi meglio: non riuscivano a capire l’occasione che gli veniva offerta.

Domenica di fronte a “the sleepers” (videotape di Bill Viola) ho ripensato a quelle riunioni e a quei personaggi con rabbia, perche’ se solo si fossero sforzati di capire cosa Luciano diceva, se solo avessero avuto il coraggio di svegliarsi dalla quotidianita’ , se solo avessero avuto la forza di riemergere dalle loro banalita’ o se solo avessero avuto la curiosita’ di vedere  qualche frammento del materiale video che Luciano Giaccari  ha iniziato a raccogliere e produrre a partire dai primi anni 70 fino ad oggi forse Varese, la mia Citta’, non avrebbe perso una grande occasione.

L’occasione di poter avere per prima in Europa un proprio Museo di Videoarte , con una collezione di opere uniche, con artisti oggi celebrati in tutto il mondo, con una selezione di performance artistiche e videodocumentazioni che qualsiasi Museo d’arte Contemporanea nel mondo ci avrebbe invidiato. Un’occasione d’eccellenza.

Io ringrazio Luciano per avermi fatto conoscere questa forma d’arte e spero di vedere presto la sua Collezione in una degna e prestigiosa sede museale, forse, purtroppo non a Varese.

Davide Caprioli

18 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi