Varese

Fontana: inchiesta su Bossi, un colpo “devastante”

Il sindaco di Varese, Attilio Fontana

L’inchiesta su Umberto Bossi dal punto di vista elettorale è senz’altro ”un brutto colpo”, un colpo ”devastante” come tutti quelli che il partito ha ricevuto in questi mesi. Il Carroccio pero’ ha ”la forza per riprendersi”. E’ quanto sostenuto in un’intervista al quotidiano “Il Messaggero” da Attilio Fontana, sindaco leghista di Varese. Il primo cittadino ha sottolineato, a proposito di Bossi, che si tratta del ”colpo piu’ brutto degli altri proprio perche’ va dritto contro una persona che non c’entra  niente”.

Fontana ha dichiarato la sua convinzione circa la ”assoluta innocenza” del presidente del Carroccio, e ha puntato il dito contro ”quelli che hanno fatto malversazioni e imbrogli a insaputa di Bossi. Uno è Belsito, perche’ lo dicono i giudici”. Nel partito, ha aggiunto, ”non cambia molto. Le decisioni assunte dalla Lega su Maroni candidato unico alla segreteria e su Bossi candidato unico alla presidenza restano intatte”.

Certo, continua, ”sono stati compiuti degli errori”, ma ”non so se li ha compiuti lui. E comunque – dice ancora Fontana – i suoi
figli sono anche delle vittime”.

18 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi