Varese

Il gioco d’azzardo minaccia le famiglie. Un convegno

Nell’ambito delle iniziative della Festa “Famiglie Insieme 2012” della Consulta della Famiglia del Comune di Varese di cui fa parte, AND-Azzardo e Nuove Dipendenze organizza un momento di sensibilizzazione in cui spiegare i rischi dell’attuale politica sul gioco d’azzardo legale con i suoi risvolti sulle famiglie. Si tratta del Convegno ”Azzardo e crisi economica. L’impatto sulle famiglie” in programma sabato 19 maggio – dalle ore 9 alle ore 13, a Palazzo Estense – Via Sacco 1 – Varese.

Tra i temi che verranno affrontati nel convegno, ci saranno ”Business del gioco d’azzardo e aggressione al capitale sociale famigliare” con il dottor Maurizio Fiasco, Consulente della Consulta Nazionale Antiusura; di “Famiglia, Crisi Economica e Gioco d’Azzardo” con la professoressa  Isabella Martucci Laforgia, Docente di Economia Politica presso l’Università di Bari Aldo Moro e consulente della Consulta Nazionale Antiusura; “Valori costituzionali in gioco” con l’avvocato Attilio Simeone, Coordinatore Nazionale del Cartello “Insieme contro l’Azzardo” e consulente della Consulta Nazionale Antiusura, di “Gioco d’azzardo patologico. Un problema per la salute delle famiglie” con il dottor Graziano Bellio, Presidente ALEA, Direttore Dipartimento delle Dipendenze presso la ULSS di Castelfranco Veneto e di “Indebitamento familiare e gioco d’azzardo. Quale prevenzione o riparazione possibile?” con il dottor Luciano Gualzetti Vice Direttore Caritas Ambrosiana e Presidente Fondazione Antiusura S. Bernardino.

L’iniziativa è rivolta a chiunque sia interessato al tema, l’ingresso è libero e gratuito fino al raggiungimento della capienza massima della sala. Accreditato per Assistenti Sociali (4 crediti).

Alle 17.30 in Piazza Montegrappa si terrà un evento a sorpresa (che verrà rinviato in caso di pioggia). Info aggiuntive sul sito di AND: www.andinrete.it

12 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Il gioco d’azzardo minaccia le famiglie. Un convegno

  1. Protassio Virtussio il 14 maggio 2012, ore 11:32

    Purtroppo lo Stato è il principale responsabile di questa piaga.
    E’ comodo e facile incassare sempre più soldi truffando i cittadini più indifesi, moltiplicando e pubblicizzando lotterie e giochi di tutti i tipi e senza alcun controllo.
    Nessuno ha purtroppo mezzi per difendersi dallo Stato.
    Varrebbe la pena riflettere su come siamo arrivati a questo punto dove lo Stato è diventato un nemico che combatte senza esclusione di colpi in particolare i più deboli, spesso per destinare le risorse unicamente al mentenimento di assurdi privilegi.

Rispondi