Regione

Seregno-Saronno, avanzano i cantieri di Ferrovienord

Si è svolto questa mattina, presso i cantieri della Saronno-Seregno, un sopralluogo per verificare lo stato d’avanzamento dei lavori quando mancano meno di otto mesi all’attivazione della linea. All’incontro erano presenti: Norberto Achille, presidente del Gruppo FNM, Marco Barra Caracciolo, amministratore delegato di FERROVIENORD e Raffaele Cattaneo, assessore a Infrastrutture e mobilità di Regione Lombardia.
La linea ferroviaria interessata dai lavori, collegando i comuni di Saronno e Seregno, metterà in interconnessione le reti FERROVIENORD (Saronno) e RFI (Seregno), creando nuove opportunità di mobilità per l’intero territorio lombardo e ripristinando la tratta della cosiddetta «Gronda Nord».

L’investimento di 75,5 milioni di euro è, infatti, destinato al ripristino e all’elettrificazione della linea, alla riqualificazione della sede ferroviaria, al raddoppio dei binari nei comuni di Saronno, Solaro e Ceriano Laghetto, oltre che alla drastica riduzione dei passaggi a livello presenti (dei 18 esistenti ne rimarranno 6, tutti automatizzati), al rinnovo delle 6 fermate intermedie e all’adeguamento di tutti gli impianti di stazione.

I lavori, iniziati il 6 dicembre 2010, procedono secondo i tempi stabiliti e consentiranno la riattivazione della linea con il cambio dell¹orario
invernale. Il tracciato ferroviario della nuova tratta passerà a Sud di Saronno senza attraversare la città. In questo modo, la stazione di Saronno Sud diventerà il nodo di interscambio con la linea Milano Cadorna – Saronno, mentre nella nuova stazione di Cesano Maderno – inaugurata a giugno dello scorso anno – sarà possibile l’interscambio con la Milano Bovisa – Asso.

La realizzazione del tunnel di Castellanza e il potenziamento in corso della tratta Castano-Turbigo, rappresentano un importante passo verso la «Gronda Nord», che si sviluppa lungo la direttrice Novara-Saronno-Seregno, di competenza FERROVIENORD, per proseguire verso Bergamo attraverso la rete RFI. Ciò consentirà, dunque, ai treni che viaggiano in direzione est-ovest e viceversa di evitare l’attraversamento del nodo ferroviario di Milano e di decongestionare il traffico sul capoluogo favorendo la mobilità dei pendolari e delle merci.

La ferrovia Saronno-Seregno, in particolare, ripristina l’unico collegamento su ferro est-ovest dell’area Brianza, realizzando la connessione con
l’aeroporto di Malpensa. “I lavori sulla linea Saronno-Seregno, come previsto, si concluderanno entro la fine del 2012 ­ ha dichiarato Norberto Achille, presidente del Gruppo FNM. Siamo certi che questa linea, parte fondamentale della cosiddetta ‘Gronda Nord’, rappresenterà una importante innovazione nel sistema ferroviario regionale. La ‘Gronda Nord’ -­ ha proseguito Achille -­ consentirà ai treni che viaggiano in direzione est-ovest e viceversa di evitare l’attraversamento del nodo ferroviario di Milano, di decongestionare il traffico sul capoluogo e di favorire la mobilità dei pendolari e delle merci”.

“Siamo soddisfatti di come stanno procedendo i lavori che rispetteranno i tempi, nonostante i numerosi adeguamenti realizzati per ovviare alla
presenza di sottoservizi non segnalati, ma specialmente per venire incontro alle esigenze dei Comuni -­ ha dichiarato Marco Barra Caracciolo,
amministratore delegato di FERROVIENORD -. In proposito, inoltre, vorrei sottolineare l’attenzione posta al rapporto con il territorio  che ha
beneficiato di opere viabilistiche complementari, oltre che di interventi di rimboschimento e di valorizzazione del parco delle Groane nel quale è prevista la messa a dimora di circa 8.000 alberi. Sono sicuro ­ ha concluso l’amministratore delegato ­ che proseguirà l’impegno profuso finora da tutti i tecnici e i lavoratori coinvolti per il completamento di questa infrastruttura strategica e prioritaria per lo sviluppo del trasporto
pubblico lombardo, un’opera all’avanguardia della tecnologia della sicurezza a livello nazionale”.

“I cantieri in Lombardia avanzano veloci ­ – ha detto l’assessore Cattaneo -. Questa tratta ferroviaria è un altro esempio dell’impegno che Regione Lombardia sta profondendo nel portare avanti i cantieri e chiuderli nei tempi previsti. La Saronno-Seregno ­ – ha proseguito Cattaneo ­ – migliorerà la qualità del servizio per i passeggeri della Brianza e della provincia di Varese che saranno collegati con Saronno e dunque con lo scalo di Malpensa. Un servizio di linea che permetterà di decongestionare il traffico sul nodo di Milano e intercettare quello proveniente dal Nord Europa senza intasare il capoluogo. Quest’opera è il segno che Regione Lombardia nel territorio di Varese e della Brianza sta investendo non soltanto nelle opere stradali, ma anche nelle opere ferroviarie. Entro il 2015 avremo 162 chilometri di nuove ferrovie, 57 chilometri di nuove linee metropolitane, oltre ai 459 chilometri di autostrade”.

10 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi