Varese

In pizzeria i leghisti varesini inneggiano a Tosi

La tavolata dei leghisti varesini

“To-si, To-si, To-si”. Lo ritmano, il nome del sindaco che ha riconquistato Verona al primo turno, con il 57, 38% di consensi, e sbaragliando gli avversari. ”To-si, To-si, To-si”, urlano battendo i pugni sul tavolo. Una trentina di leghisti varesini festeggiano, alla Pizzeria di piazza Motta. Non c’è proprio nulla da festeggiare, si potrebbe obiettare, considerata la performance non propriamente brillante del Carroccio a questo turno amministrativo. In realtà, i leghisti varesini festeggiano il successo personale indiscutibile di Flavio Tosi, maroniano doc. E, si sa, a Varese i leghisti sono tutti (o quasi) maroniani.

Non è stato facile trovare dirigenti e militanti del Carroccio. La voce gira per la città, il tam-tam batte. Arriviamo in pizzeria, chiediamo al personale della pizzeria, ma nessuno sa nulla. Poi, però, le voci che provengono dal piano interrato tradiscono i “non so” dei camerieri. E infatti, sotto, troviamo seduti ad un lungo tavolo i leghisti varesini, con bandiera a capotavola. Inneggiano a Tosi, colui dal quale, come ha subito detto Maroni commentando la sconfitta, la Lega ripartirà.

Una tavolata che scandisce anche il nome di Maroni. “Ma-ro-ni, Ma-ro-ni, Ma-ro-ni”, scandiscono i leghisti. Molti i nomi noti del Carroccio varesino, qualche sindaco, qualche assessore comunale, qualche giornalista amico. Si riparte anche da qui, con la bandiera e scandendo i nomi di Tosi e Maroni, simboli di una Lega che vuole rimarcare la distanza da dossier e lingotti d’oro.

8 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “In pizzeria i leghisti varesini inneggiano a Tosi

  1. In pizzeria i leghisti varesini inneggiano a… « insubriastream il 11 maggio 2012, ore 20:30

Rispondi