Varese

Bilancio Comune, Pd: dopo il fair-play, che altro?

Domani si svolgerà il secondo incontro a Palazzo Estense tra il sindaco Attilio Fontana e le opposizioni sul fronte del bilancio previsionale. In vista di questo secondo appuntamento, il Pd espone considerazioni e chiarisce il suo punto di vista.

“La settimana scorsa, abbiamo partecipato all’incontro convocato dal sindaco Fontana – dice il gruppo consiliare del Pd – per anticipare alle opposizioni le linee della Giunta in tema di bilancio preventivo, non esitando, malgrado si sia parlato quasi esclusivamente di entrate, a darne un giudizio positivo. Abbiamo apprezzato il fair-play del sindaco Fontana anche se abbiamo ricordato che non é, certamente, la prima volta che un’Amministrazione varesina tenta di coinvolgere le opposizioni. Era la normalità negli anni Novanta, quando si tenevano confronti non solo con le opposizioni ma anche con le forze sociali e le circoscrizioni”.

Continua il Pd: “Le opposizioni che, sempre, in passato hanno dimostrato un atteggiamento responsabile e costruttivo, anche questa volta sono pronte a dare il loro contributo per cercare di migliorare, con le proprie idee e proposte, lo schema di bilancio condiviso dalla maggioranza e approvato dalla Giunta. Per quanto ci riguarda, abbiamo già sottolineato quale, secondo noi, dovrebbe essere il percorso più serio e  corretto:  indicheremo i cambiamenti che vorremmo introdurre in Commissione e poi in Aula”.

“In linea puramente di principio – prosegue il Pd – siamo favorevoli a ridurre le spese correnti per esentare le fasce deboli e non aumentare le aliquote Irpef. Proprio in un’ottica di dialogo costruttivo tra maggioranza e opposizioni, nel rispetto dei ruoli diversi affidatici dai varesini, auspichiamo, tuttavia, che, nel nuovo incontro convocato dal sindaco Fontana per domani, ci siano forniti, finalmente, come abbiamo già richiesto la settimana scorsa, i dati complessivi, relativi ad entrate e uscite, affinché possiamo essere, veramente, messi, in questo momento
difficile per le casse comunali, nelle condizioni di ragionare con cognizione di causa”.

Se Sindaco e Giunta sono disponibili, come hanno affermato, ad accettare suggerimenti – sottolinea il Pd - crediamo che non avranno nessuna difficoltà, domani, a fornirci i dati richiesti. Altrimenti, potremmo essere noi a convocare, prossimamente, Sindaco e Giunta perché siamo felici di potere dialogare con loro, nell’interesse di Varese, a patto che ci sia data la possibilità di incidere sul bilancio non solo a parole ma anche e soprattutto con fatti concreti”.

8 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi