Varese

“The Family”, i protagonisti della dinasty padana

Umberto Bossi

Che cosa c’è dietro il terremoto che ha travolto la Lega? Un complotto politico o semplici affari di famiglia? Trame ordite nei palazzi del potere o decisioni prese nel tinello di Gemonio? Dal cappio sventolato in Parlamento all’urlo di Roma ladrona, dai lingotti & diamanti alle lacrime di coccodrillo: cronaca dell’ascesa e caduta del leader leghista. Sono gli argomenti affrontati da un instant-book appena pubblicato da Cairo Editore. “The Family. Segreti e misteri di Casa Bossi” è scritto da due giornalisti, Giorgio Michieletto e Valentina Fumagalli.

Mentre la Lega Nord di Umberto Bossi è travolta dal più grande scandalo di sempre, il volume racconta la vera storia del Senatur, dalla malattia fino alla nascita di quel famoso cerchio magico che gli si è stretto troppo intorno, fino a soffocarlo. Come in un romanzo, aneddoti e confidenze esclusive tracciano un ritratto privato fra luci e ombre del leader che dava sberle agli avversari, ma che non sapeva dire no ai figli. Il «duro e puro» rimasto vittima di un male tutto italiano.

Come in un album di famiglia sfilano la moglie, «la Manuela», vero capo nell’ombra con la passione per l’occulto e la fede nella Madonna di Medjugorje. Renzo Bossi, l’erede prescelto diventato il Trota. Gli altri figli, la loro dolce vita e i flop scolastici. Il figlio ribelle di primo letto Riccardo, i pupilli di mamma Roberto Libertà e Sirio Eridano: le rivalità, gli amori e i sogni nel cassetto. Poi l’utopia della scuola di famiglia dove si insegna il dialetto ai bambini. I fedelissimi di ieri e i traditori di oggi: Roberto Maroni e che cosa pensano davvero di lui a casa Bossi. L’Umberto di ieri diceva: «Porto la famiglia in battaglia con me. La mia donna e i miei figli devono sentire l’odore della polvere e il fragore metallico delle spade». Quello di oggi scoppia in lacrime in pubblico: «Mi scuso per i miei figli». La famiglia (nel bene e nel male) è la chiave per capire lo scandalo che si è abbattuto sul Carroccio, ma anche per scoprire il futuro del partito più vecchio d’Italia.

Il volume è stato scritto da Giorgio Michieletto, giornalista del settimanale Diva e donna, dalle cui pagine ha raccontato le vicende della famiglia Bossi. Vive da sempre a Varese e ha scritto della Lega Nord prima come cronista del quotidiano La Prealpina, poi come corrispondente di Il Giorno. Si è laureato in Scienze umanistiche per la comunicazione con una tesi in linguistica in cui ha documentato l’insegnamento del dialetto ai bambini alla scuola Bosina. Insieme a Michieletto ha scritto ”The Family” Valentina Fumagalli, giornalista del quotidiano locale La Provincia di Varese. Da anni segue la Lega Nord sul territorio. Lavora a Varese, città-giardino e culla del Carroccio di cui lo zio Aldo è stato sindaco. Anche senza volerlo, ha assistito a diversi avvenimenti raccontati in questo libro e conosciuto tutti i protagonisti.

5 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a ““The Family”, i protagonisti della dinasty padana

  1. Onan Bossi il 7 maggio 2012, ore 10:42

    Un libro da non perdere!
    Visti gli autori ed il relativo curriculum, ci si aspetta un libro di spessore.

Rispondi