Varese

Se Manzoni evoca Dylan Dog. E’ lo stile-Tomassini

Da sinistra Andrea Tomassini e Silvio Raffo

Un classico con il respiro e il ritmo del fumetto. Nel pomeriggio, alla Libreria del Corso, è stata presentata una nuova edizione Curcio del romanzo “I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni, quello che Silvio Raffo, critico e poeta, ha definito “il più grande romanzo dell’Ottocento”. Ma ciò che rende questa edizione del capolavoro della letteratura patria molto speciale, sono le illustrazioni. E’ infatti un Manzoni illustrato dalla felice mano di Andrea Tomassini, giovane illustratore che ha reso la nuova edizione-strenna del volume molto vicino alla sensibilità di un lettore di Dylan Dog e di altri fumetti.

Alla presentazione presso la libreria varesina un folto pubblico che si è disposto dentro e fuori, anche grazie all’amplificazione esterna dell’iniziativa. Nel pubblico il papà dell’illustratore, il senatore Pdl Antonio Tomassini, visibilmente emozionato, e il cugino, il nostro Giossi Montalbetti, assessore al Bilancio. Molti altri ospiti, come l’editore-poeta Dino Azzalin, le poetesse Rita Clivio e Alessandra Mammano, che pubblicò le sue poesie con le illustrazioni dello stesso Tomassini.

Come ha spiegato Silvio Raffo, “le sue illustrazioni raffinate non cadono nella trappola della retorica”. I tratti delle 78 illustrazioni, ha continuato Raffo, “sono un po’ sfumati e denotano un sapiente uso del chiaroscuro”. Anche Raffo ha sottolineato lo stretto rapporto con il fumetto, tanto più che le immagini sono rigorosamente in bianco e nero.

L’illustratore ha raccontato che le tavole inserite nel volume si sono ispirate al musical sui “Promessi Sposi” di Michele Guardì, regista televisivo, un evento che ha impoosto al volume tempi stretti, dato che doveva essere pronto simultaneamente al musical. “Questo rapporto - ha detto Tomassini – ha impresso un ritmo tra le immagini, che sono state realizzate alcune direttamente a china, altre a matita poi tradotte a china”. “Una sfida - ha dichiarato Tomassini – che ho accettato volentieri”. Una bella sfida, che anticipa un’altra grande impresa che attende il giovane illustratore: il libro Pinocchio di Collodi.

Al termine della presentazione, che ha visto anche un’eccezionale lettura, da parte di Raffo, del ritratto della Monaca di Monza, è stato servito un aperitivo da parte del bar Zamberletti, simpatico e leggero.

5 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi