Varese

Ronca (Varese&Luisa): totale disaccordo con Clerici

Il consigliere Luciano Ronca

Sulla posa della targa al Colle Campigli, riceviamo una presa di posizione critica anche da parte di Luciano Ronca, Capo gruppo  e consigliere della Lista civica “Varese & Luisa”. Una breve riflessione sulla scelta dell’assessore Clerici di collocare in città “lapidi politicamente marcate”:

La nostra città è stata vittima dei nazifascisti e del nazifascismo. Nella storia di molte famiglie ci  sono persone che sono state deportate, uccise o imprigionate perché non allineate con il regime. L’Italia, e Varese è parte dell’Italia unita, ha detto no al regime e alla sua ideologia. La Costituzione stessa poggia il senso
della propria libertà sul fatto di rifiutare il fascismo.
Ora deporre una lapide a memoria delle vittime dei bombardamenti anglo-americani è una scelta politica, chiara e precisa che l’amministrazione comunale ha fatto e rispetto alla quale sono in totale disaccordo. Gli eserciti americano ed inglese hanno aiutato la nostra nazione a liberarsi dall’incubo della dittatura. Le idee personali e la cultura politica dei singoli amministratori non possono diventare forme di arroganza storica, imponendo, perché si è nella maggioranza, scelte che sono chiaramente atte a rivangare persone e vicende della Italia fascista.
Preferiremmo che l’assessore all’ambiente difendesse il verde di villa Augusta, di villa Mylius e del Sacro Monte dai parcheggi o il castello di Masnago dalle
antenne, piuttosto che disseminare  lapidi politicamente marcate.

3 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi