Varese

Alleati terroristi, Mirabelli (Pd) boccia Clerici

Il capogruppo Pd Fabrizio Mirabelli

Un giudizio affrettato? Una valutazione di parte? Si reagisce all’infelice definizione dell’assessore Stefano Clerici sui bombardamenti degli Alleati anglo-americani come “un atto terroristico”. Un’espressione che vede scendere in campo il Partito democratico per voce del suo capogruppo, Fabrizio Mirabelli.

“Il Pd non è affatto d’accordo con il “giudizio storico”  dell’Assessore Clerici sugli Alleati. Ma è proprio sicuro che si tratti di un “giudizio  storico”? Definire “giudizio storico” la dichiarazione dell’Assessore secondo la quale gli Alleati sarebbero stati “terroristi” significa, infatti, conferirle una dignità che,
purtroppo, è lontana dalla verità”.

Continua Mirabelli: “L’Assessore Clerici sta caratterizzandosi, in questo mandato amministrativo, per un’intensa attività che, a prima vista, potrebbe sembrare di revisionismo storico (prima Giovanni Gentile, poi i partigiani, infine gli Alleati), ma che è tesa, unicamente, a guadagnare le prime pagine dei giornali. La verità è che dietro ai  presunti giudizi storici dell’Assessore Clerici, che se fossero stati espressi in sede di esame di V Elementare gli sarebbero sicuramente valsi la bocciatura, si nasconde il vuoto culturale di chi è abituato a concepire la Politica non come servizio ai cittadini ma come occasione per apparire secondo la logica del non importa come se ne parli basta che se ne parli”.

“Più preoccupante – prosegue il Pd Fabrizio Mirabelli – ci sembra la complicità del sindaco Fontana e della sua Giunta che, fin’ora, hanno avvallato in silenzio qualunque iniziativa, anche la più stravagante e vergognosa, dell’Assessore Clerici,  senza chiedergli conto della totale assenza di risultati inerenti al suo Assessorato, quello della Tutela ambientale”.

“Abbiamo letto, con piacere, che gli Assessori del PDL, proprio in questi giorni, saranno chiamati ad illustrare i risultati raggiunti alla guida del
proprio Assessorato. Se si tratta di una cosa seria, siamo sicuri  che l’assessore Clerici – rimarca Mirabelli – finirà, inesorabilmente, dietro alla lavagna, come accadeva un tempo agli studenti poco diligenti, perchè è inconcepibile che i soldi di tutti i varesini vengano buttati per l’indennità di un Assessore che si è rivelato maestro nell’arte di apparire ma assolutamente incapace di produrre risultati concreti a favore di tutta la collettività”.

3 maggio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Alleati terroristi, Mirabelli (Pd) boccia Clerici

  1. Alberto Giussano il 3 maggio 2012, ore 09:30

    Vares
    Un partito: Lega
    Un quotidiano: La Prealpina
    Un sindaco: Fontana
    Un assessore: Clerici
    Una scuola: Bosina
    Un candidato alla laurea ad honorem: Bossi
    Cavare sangue dalle rape?
    Proprio non si può!

  2. ettore russo il 3 maggio 2012, ore 17:14

    C’ è da capire il povero Clerici! Avendo studiato alla scuola padana, quali risultati culturali possiamo sperare di trovare in lui?

  3. Stefano Clerici il 3 maggio 2012, ore 22:29

    Caro consigliere, mi consenta: lei mi avrà bocciato in storia, ma io (e le assicuro che non ho studiato alla scuola bosina) la rimando in italiano… AVALLARE si scrive con una sola V.
    Per il resto non presto il fianco a polemiche strumentali e stucchevoli, che lascio volentieri ai vari Cordì, Mirabelli e Ronca, alla ricerca spasmodica di un nemico politico da abbattere. Mi fa solo un po’ specie scoprire una sinistra più filoamericani degli Americani stessi… Che tempi…

Rispondi