Varese

Il caso Eluana Englaro sul palco del Nuovo

Un momento dello spettacolo

Giovedì 3 maggio, alle ore 21, presso il Cinema Teatro Nuovo di Varese, Via dei Mille 39, verrà rappresentato lo spettacolo “Una questione di vita e di morte. Veglia per E. E.”, di e con Luca Radaelli e Marco Belcastro alla voce (e scritto con la collaborazione di Beppino Englaro), come evento speciale della rassegna “Di terra e di cielo”.  Uno spettacolo che affronta con grande equilibrio e delicatezza – tra canti dal vivo, poesie e riferimenti ai classici della letteratura e del teatro – il caso di Eluana Englaro: proponendo una riflessione aperta su un diritto fondamentale che si pone al contempo come veglia funebre, come rito a carattere anche antropologico che – oltre il clamore mediatico e la manipolazione politica – rappresenti un vero e proprio saluto collettivo ad Eluana.

In tutte le culture, la morte è un fatto naturale. Dall’Irlanda all’isola di Bali, dalla Calabria alle steppe russe, le comunità si riuniscono a vegliare il morto con canti e racconti, mangiando o ubriacandosi. Gli organizzatori vogliono riprendere questa tradizione: proporre una veglia, laica, anche per chi non ha avuto questa possibilità. Nel caso Englaro abbiamo assistito a una sorta di veglia mediatica a reti unificate, dove la polemica sostituiva la pietà. Addirittura c’è chi ha parlato di cultura della vita opposta a cultura della morte. Come avviene nelle tradizioni popolari, la veglia si concluderà nel foyer del Teatro con un commiato accompagnato da pane, salame e vino.

Lo spettacolo è organizzato dal Centro Servizi Teatrali di Varese, in collaborazione con Filmstudio 90, la UAAR e l’Associazione Luca Coscioni.

 

29 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi