Regione

Avanza la Pedemontana. Salvo Bosco delle Querce

Minimizzata la parte del parco del Bosco delle Querce tra Seveso e Meda interessata dal tracciato dell’autostrada Pedemontana. E’ questo il frutto di una variante al progetto dello svincolo di Meda approvato ieri dal Collegio di vigilanza di Pedemontana. La novità è stata comunicata oggi dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo, illustrando anche le altre decisioni assunte dal Collegio.

“Accogliendo le richieste del territorio il Collegio di Vigilanza all’unanimità ha individuato una soluzione che ha salvaguardato un sito di grande pregio dal punto di vista paesaggistico e di grande significato per la nostra storia recente”, ha detto soddisfatto Cattaneo ricordando che il Bosco
delle Querce sorge sopra la terra della bonifica della tragedia dell’Icmesa di Seveso. Rispetto all’area, oggetto di particolare attenzione da parte del territorio, è stata individuata una soluzione che prevede il mantenimento della viabilità attuale sia per quanto riguarda la carreggiata principale che lo
svincolo, apportando delle minime ottimizzazioni alla strada esistente per l’allargamento dello spartitraffico fra le carreggiate, della strada in curva per il miglioramento della visibilità e l’inserimento delle corsie di emergenza. In questo modo verranno occupati solo 1,98 ettari di terreno contro i 6,73
previsti dal progetto precedente.  Il Collegio di vigilanza ha inoltre condiviso che tutti i risparmi che verranno realizzati attraverso il nuovo progetto rimangano sul territorio e, in particolare, verranno destinati al Comune di Seveso che sarà maggiormente interessato dalle modifiche del progetto.

Il Collegio di Vigilanza ha inoltre analizzato in maniera puntuale lo stato di avanzamento dei lavori e delle attività dell’intera opera verificandone il rispetto del cronoprogramma e dell’apertura in tempo per l’Expo. Relativamente al lotto 1, Autostrada Pedemontana lombarda (Apl) ha confermato che i cantieri operano a pieno regime: nel dettaglio, l’avanzamento contabilizzato dei lavori è pari al 16,6% mentre l’importo di quelli già effettuati
ammonta al 20%. Per quanto riguarda il lotto 1 della Tangenziale di Varese Cal (Concessioni autostradali lombarde) ha approvato il progetto definitivo dello svincolo di Gazzada Schianno che consentirà una migliore gestione dei flussi di traffico. Il collegio di vigilanza ha così convenuto di proseguire con la procedura approvativa dell’interconnessione tra l’autostrada A8 e lo svincolo di Gazzada che dovrà essere ora approvato dal Cipe. Per quanto riguarda il secondo lotto, da Lomazzo (Co) a Osio Sotto (Bg), Apl ha confermato la consegna del progetto esecutivo per il 21 agosto e l’avvio dei cantieri il 21 ottobre.

Il Collegio di vigilanza ha inoltre approvato l’assegnazione ai Comuni interessati dalla tratta B2 (Lentate sul Seveso, Barlassina, Meda, Seveso e Cesano Maderno) di risorse derivanti dai risparmi ottenuti con la modifica del progetto, che inizialmente prevedeva l’interramento della tratta. Questi fondi potranno essere utilizzati per la realizzazione di opere che miglioreranno la viabilità locale e interventi di carattere ambientale che gli stessi Comuni avevano proposto e condiviso con la provincia di Monza e Brianza. Alcuni di questi interventi verranno realizzati anche nel territorio
del Comune di Bovisio Masciago.

28 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi