Varese

Conte e Civati (Pd): Plis Valle della Bevera al rallenti

Molti i dubbi sollevati dai consiglieri comunali Pd Luca Conte e Andrea Civati sull’improvviso stop del Plis Valle della Bevera. I due consiglieri si riferiscono all’area verde attorno alla valle della Bevera rappresenta una delle aree di maggior pregio ambientale e naturalistico di tutta la provincia di Varese. Oltre alla straordinaria ricchezza della flora e della fauna della zona, essa si caratterizza per un ruolo di fondamentale importanza quale riserva idrica del capoluogo e di molti dei comuni limitrofi.

Dicono Conte e Civati: “Dai pozzi di captazione della Bevera, infatti, proviene circa il 60% dell’acqua della città. Sappiamo tutti quanto la salvaguardia delle nostre fonti di approvvigionamento idrico debba essere una delle priorità della comunità e di chi è chiamato ad amministrare la cosa pubblica”.

Dicono Conte e Civati: “Proprio da queste riflessioni qualche anno fa è nata l’idea di rilanciare il progetto di un Parco locale di interesse sovraccomunale a tutela della valle della Bevera, avviato già nel 2004, ma poi rapidamente arenatosi. Il progetto è stato ampiamente sostenuto dai cittadini e da molte associazioni: ad una prima raccolta di firme è seguito l’impegno fattivo della Circoscrizione 5 su stimolo del gruppo PD. L’allora Assessore alla tutela ambientale Luigi Federiconi ha accolto prontamente tale proposta riavviando un processo ormai fermo da tempo”.

“Grazie – aggiungono Conte e Civati – ad un bando della Fondazione Cariplo sono stati quindi reperiti i fondi per la realizzazione dello studio di fattibilità del Plis. Realizzato così lo studio e stesa la convenzione, ora solo alcuni passaggi formali si frappongono alla realizzazione del Plis”. 

Ma la questione sembra avere subito un improvviso stop. “Proprio in questo momento, il Comune di Varese ha iniziato inspiegabilmente a temporeggiare – sostengono i consiglieri Pd -. Da mesi, infatti, si attende la convocazione della Commissione Urbanistica prima e del Consiglio Comunale poi affinché le scelte già approvate vengano riconfermate ed il Plis della Bevera possa vedere finalmente la luce”.

Conte e Civati si chiedono: “Qual è la ragione di questo ritardo nell’approvazione definitiva? Si tratta dell’ennesimo cambio di direzione? O dietro a ciò si cela qualche veto politico interno alla maggioranza? Chiediamo con forza che ci vengano fornite le dovute spiegazioni e che venga giustificato il ritardo accumulato. Ci auguriamo infine che i passaggi formali siano al più presto compiuti, auspicando che dietro a tali rallentamenti non si celi la volontà di ostacolare la tutela della valle della Bevera”.

26 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi