Varese

Cattaneo alla Bacchetta: cessi sciopero della fame

L'assessore Cattaneo a colloquio con Alessandra Bacchetta

E’ giunto alla tenda di Alessandra Bacchetta attorno alle 13 di oggi, l’assessore regionale Raffaele Cattaneo, sotto un cielo grigio e piovoso. L’imprenditrice sta facendo lo sciopero della fame (è al suo 25° giorno) per ottenere i risarcimenti dei danni subìti in occasione del nubifragio del 15 luglio 2009. E’ dura continuare a stare sotto la tenda al freddo e sotto la pioggia, per la proprietaria del relais Cà dei Santi, ma lei è ostinata. “Starò qui e continuerò lo sciopero della fame fino a quando non avrò un documento firmato tra le mani, in modo che non si possa tornare più indietro”. Alessandra Bacchetta non nasconde anche un’ombra di delusione: “Se anche gli altri 430 danneggiati fossero stati con me davanti alla Prefettura avremo già avuto una risposta”.

Arriva l’assessore Cattaneo che si apparta per parlare con la Bacchetta. Un dialogo stretto, non privo di qualche momento in cui appare una certa commozione negli occhi della donna. Comunque un colloquio affabile, che non lascia dubbi sulla volontà di risolvere il problema. “Ho chiesto alla signora Bacchetta di interrompere subito lo sciopero della fame – dice Cattaneo al termine del colloquio riservato -. Per lei e la sua salute, ma soprattutto per sua figlia, che ha diritto all’affetto di sua mamma”. Non è elusivo, l’assessore, dato che torna subito al punto. Racconta come ci siano stati passi avanti sul fronte dell’assicurazione della signora, la Axa (“ieri ci hanno comunicato una disponibilità a venire incontro alla signora, una sensibilità che apprezziamo e sarà apprezzata dai tanti clienti della Axa”, dice Cattaneo). E ripercorre la vicenda della mozione urgente in Regione, bloccata dalla mancanza del numero legale.

Sulla mozione Cattaneo ringrazia i colleghi varesini che l’hanno sottoscritta, Alfieri e Tosi del Pd, Puricelli e Azzi del Pdl, Longoni e Ruffinelli della Lega. E poi prosegue: “la mozione è pronta e condivisa, e certamente verrà approvata alla prossima seduta dell’8 maggio”. Ma nel frattempo l’imprenditrice deve interrompere lo sciopero della fame. “Abbiamo invitato la signora Bacchetta a partecipare all’evento delle Ville Ponti a cui parteciperà anche il presidente Formigoni, che certamente scongiurerà la signora a interrompere lo sciopero della fame”, dice Cattaneo. L’associazione a cui sta dando vita la Bacchetta, invece, deve continuare, dice Cattaneo: “La sua attività di sensibilizzazione deve continuare: si deve trovare una soluzione di sistema sul fronte del risarcimento per calamità naturali”. Cattaneo ha auspicato anche che venga messa mano al primo tratto dell’Olona, ancora oggi a rischio.

19 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Cattaneo alla Bacchetta: cessi sciopero della fame

  1. abramo il 19 aprile 2012, ore 17:45

    spero non sia stata invitata alla migliore prestazione in cucina “Cuore di Cuochi” la povera Alexandra al 25° giorno di digiuno!

  2. Gigi Bernasconi via Facebook il 19 aprile 2012, ore 18:19

    stamattina ho firmato anch’io ma invito tutti a passare ed aggiungere la propia solidarietà

Rispondi