Varese

Mozione urgente di Cattaneo: aiutiamo la Bacchetta

Alexandra Bacchetta

Dalle parole ai fatti, dalle visite al presidio di Alexandra Bacchetta, impegnata in uno sciopero della fame per ottenere i risarcimenti dei danni del nubifragio del 15 luglio 2009, alla presentazione di una mozione urgente nella seduta odierna del Consiglio regionale. Una mozione presentata dall’assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità del Pirellone, Raffaele Cattaneo, ma che in calce vede le firme di altri consiglieri varesini, dal Pdl Puricelli al lumbard Longoni, fino ai Pd Tosi e Alfieri.

Una mozione per uscire dal tunnel. Il rischio, infatti, è che i rimborsi non sarebbero arrivati, considerata la difficile situazione economica, con il rischio che la determinazione della proprietaria del relais Cà dei Santi, decisa a portare avanti la sua forma di protesta estrema, poteva arrivare a danni fisici irreversibili.

Ecco allora, come l’assessore Cattaneo aveva dichiarato ai cronisti in occasione della sua visita alla signora Bacchetta, una mozione urgente bipartisan. Si legge nel testo: “E’ opportuno che il Consiglio e la giunta regionale della Lombardia diano un segnale di attenzione e di vicinanza concreta ad un imprenditore che si trova a vivere una condizione di grave difficoltà ed estrema protesta, che potrebbe portare a conseguenze ancor più irrimediabili”. Dunque, continua la mozione urgente, si sostiene che “la straordinarietà della situazione descritta richiede la necessità di un pronto intervento di solidarietà e di profilo umano, che pure non rappresenti un trattamento di disparità rispetto agli altri danneggiati”.

Il punto di riferimento è la legge regionale  20 del 2011 relativa a “provvedimenti straordinari di solidarietà”. E la mozione chiede che una “congrua parte” dello stanziamento disponibile per quella legge possa andare a ristoro dei danni della madre coraggio di Varese.

17 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi