Politica

La leghista Monica Rizzi: “Obbedisco”. E si dimette

L'ex assessore Rizzi

Tutto come previsto, la “pulizia” di Maroni continua a mietere vittime eccellenti nel Carroccio. Oggi è stato il turno di Monica Rizzi, assessore regionale allo Sport, vicina alla famiglia Bossi e già  indagata perchè sospettata di dossieraggio per favorire l’elezione a  consigliere regionale del figlio del Senatur, Renzo Bossi. Una denuncia, peraltro, che è già stata ritirata dalla persona offesa.

Poco prima della riunione del gruppo della Lega in Regione, alla quale sono intervenuti anche due dei triumviri lumbard, Roberto Maroni e Roberto Calderoli, la Rizzi ha consegnato le dimissioni da assessore nelle mani del presidente Roberto Formigoni. ”Nonostante siano chiuse le inchieste che mi vedevano coinvolta ed addirittura vi è stata la remissione della denuncia per dossieraggio nei miei confronti”, la Rizzi ha deciso di obbedire al Carroccio. “Obbedisco come ho fatto nel 2010 per candidare Renzo Bossi e in tutti questi 24 anni di Lega Nord”.

In giunta potrebbe essere sostituita da un’altra donna, la consigliera leghista Luciana Ruffinelli. Al posto, invece, dell’assessore Pdl al Commercio, Stefano Maullu, sarebbe pronta ad entrare la consigliera Pdl, Margherita Peroni. 

16 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi