Economia

La finanza e le imprese, dibattito targato CdO Varese

Domani lunedì 16 aprile, in occasione della cena dei soci, la Compagnia delle Opere Varese organizza un incontro dal titolo “2007/2012, breve storia e conseguenze di una grande crisi finanziaria”.

Un appuntamento che mostra attenzione ai problemi presenti e alle prospettive, un confronto a cui intervengono Marco Bartolomei, presidente di 8a+ Sgr, Dario Bogni, della direzione finanza della Cassa di Risparmio di Bolzano, e Tamara Mazzon, responsabile dei servizi finanziari di Cdo Varese. Un confronto che sarà moderato da Giorgio Brandazza, Vicepresidente di Cdo Varese. L’incontro si terrà presso l’Atahotel in via Albani 73 a Varese, con inizio alle ore 19.

La crisi che ci sta accompagnando da ormai qualche anno non sembra in procinto di risolversi in tempi brevi, e le conseguenze sulle aziende e sulle persone si fanno sempre più difficili. La Compagnia delle Opere è continuamente impegnata a sostegno degli imprenditori attraverso la rete dei propri associati, i servizi e le convenzioni. Vogliamo ripercorrere insieme ad esperti del mondo borsistico e finanziario le tappe di questa crisi, non tanto per motivazioni didascaliche, ma per cercare di capire in un dialogo con gli imprenditori, come le aziende possano affrontare il presente e trovare strumenti nuovi per rilanciarsi.

In un quadro di scarsa liquidità nel sistema bancario e di grandi trasformazioni del mondo creditizio in virtu’ degli accordi di Basilea 3, si discuterà dello spinoso problema dell’accesso al credito, del rapporto tra banca e impresa e verranno presentati alcuni strumenti che Cdo Varese ha già messo in atto a supporto delle aziende iscritte.

Compagnia delle Opere continua nella sua azione culturale per fornire il massimo di informazioni possibili alle PMI, perchè queste ultime abbiano tutti gli elementi per prendere le decisioni più adeguate al momento presente. Da questo punto di vista la rete, le collaborazioni tra imprese, uno sguardo sempre più internazionale e il sostegno all’innovazione rimangono i capisaldi su cui lavorare per un rilancio sociale ed economico del paese.

Da ultimo, tenendo fede alla propria origine, CDO vuole continuare a sostenere gli imprenditori e i loro dipendenti che si trovano in difficoltà, mai sostituendosi nella responsabilità di ciascun imprenditore, ma proponendo strumenti concreti di cui un esempio è il portale “CDO per il lavoro”.

15 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi