Varese

L’ottimo Frattini riporta Peter Pan all’Apollonio

Un momento del musical Peter Pan

Ritorna per due giorni un musical molto amato dai varesini: “Peter Pan” con Manuel Frattini protagonista e per la regia dell’esperto Maurizio Colombi. Un musical che al Teatro Apollonio di Varese sarà in scena questa sera sabato 14 aprile, alle ore 21, e domani pomeriggio domenica 15 aprile, alle ore 17. ”Peter Pan il Musical” è tratto dal romanzo di J.M. Barrie, e ha le musiche di Edoardo Bennato, con Pietro Pignatelli (Capitan Uncino), Martha Rossi (Wendy), Jacopo Pelliccia (Spugna), Ilaria De Rosa (Giglio Tigrato), Nikolas Lucchini (John Darling), Daniela Simula (Michael Darling), Valentina Corrao (Mrs. Darling). Gli arrangiamenti musicali sono di Mauro Spina e Stefano Pulga, le coreografie di Chiara Valli, la direzione musicale di Emanuele Friello, le scenografie di Rinaldo Rinaldi e di Mariagrazia Cernetti.

Si apre il sipario… e, nel prologo, come in una fotografia nella Londra di inizio ‘900, il “menestrello” intonando “Ma che sarà” proietta gli spettatori nel mondo della nota favola di J.M.Barrie. Le scene, accuratamente dipinte come nell’immaginario dei libri di favole del secolo scorso, si susseguono e, come nella storia, si ripercorrono tutti i momenti fin dall’arrivo in volo di Peter Pan (Manuel Frattini) nella camera dei piccoli Darling, dove incontra e duetta con Wendy (Martha Rossi) in un’intensa “L’Isola Che Non C’è”.

La regia si avvale della più avanzata tecnologia digitale: il duello di Peter Pan con la sua ombra ribelle, lo scambio di battute con Trilly, ricreata con tecnologia laser, il viaggio fino all’Isolachenoncè dove il pubblico, come immerso in un cartoon, vola insieme a Peter Pan e ai fratelli Darling.

Di grande impatto visivo il cambio di scena con la realistica Nave dei Pirati, dove Capitan Uncino (Pietro Pignatelli) e la sua ciurma interpretano il coinvolgente e celebre “Rock di Capitan Uncino”, mentre Spugna (Jacopo Pelliccia) con “Dopo il Liceo Che Potevo Far”, ironico tip tap style Broadway, chiude il primo tempo.

Nel secondo tempo gli indiani, i pirati, le fate, i “bambini sperduti”, che interpretano un’avvincente “Viva La Mamma”, si alternano in scene corali. E dopo l’immersione negli storici brani di Edoardo Bennato con cui è cresciuta una generazione e che continuano a far sognare, arriva il momento del nuovo singolo composto per l’occasione dal cantautore partenopeo: “Che paura che fa Capitan Uncino”, specchio dell’ironica perfidia di Capitan Uncino.

Tutto, nello spettacolo, concorre a ricreare il magico e incantato mondo dell’infanzia ma il ritorno alla realtà è inevitabile e lo spettacolo si chiude con una corale “Ogni Favola è Un Gioco” nella cameretta dei fratelli Darling mentre un imbronciato Peter Pan osserva la scena dalla finestra, pronto per spiccare il volo verso la sua eterna giovinezza.

14 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi